Monastero Aristotelico di San Domenico

Subforum del Gioco di Ruolo Online Regni Rinascimentali
 
IndiceIndice  CalendarioCalendario  FAQFAQ  CercaCerca  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  RegistratiRegistrati  Accedi  

Condividere | 
 

 Un colloquio culinario

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
Philipdikingsbridge
Dignitario
Dignitario
avatar

Numero di messaggi : 1221
Data d'iscrizione : 03.06.09
Età : 30
Località : L'Aquila

MessaggioTitolo: Un colloquio culinario   Dom Mar 04, 2012 1:17 pm

Il monaco e l'ospite del monastero si recarono nel refettorio. Una sala con un tavolo a forma di ferro di cavallo che permetteva a tutti gli ospiti del monastero e agli stessi monaci di accomodarsi alla stessa tavolata lignea.
Quando furono entrati un bellissimo affresco campeggiava sulla parete di fondo.
Sorrise vedendolo illuminato dalla luce del sole che filtrava dalle finestre della stanza.

Eccoci arrivati! Prendete pure posto. Arriverà a breve il padre cuoco Ello che ci delizierà con la sua maestria. Così potremo comunicargli cosa vogliamo degustare.

_________________
Tornare in alto Andare in basso
http://virgus87.altervista.org/
Ivan de Fuori
Frequentatore
Frequentatore
avatar

Numero di messaggi : 30
Data d'iscrizione : 06.07.11

MessaggioTitolo: Re: Un colloquio culinario   Dom Mar 04, 2012 10:42 pm

Ivan segui' il monaco mentre si guardava intorno, era da molto tempo in quel monastero ma stava varcando dei luoghi dove non c'era mai stato prima... qualche posto di nascosto lo aveva visto frugando un po per il monastero ma qui non ci aveva ancora messo piede .
Arrivarono in una ampia sala dove c'era un tavolo dalla forma strana per lui e infatti lo osservava .
Poi il suo occhio cadde su un bel affresco illuminato dal sole e disse :

bellissimo!! padre guardate come risalta illuminato ....
Posso andare a dargli un occhiata ? sono un amatore di dipinti ... che carina questa tavola, mi siedo qui nella curva va bene ?
Tornare in alto Andare in basso
Ello
Dignitario
Dignitario
avatar

Numero di messaggi : 2670
Data d'iscrizione : 11.12.11
Località : Treviso

MessaggioTitolo: Re: Un colloquio culinario   Dom Mar 04, 2012 11:47 pm

Padre Ello entrò nel refettorio con un sorriso sulle labbra e chiese

Vi posso portare qualcosa per ristorarvi?
Tornare in alto Andare in basso
Philipdikingsbridge
Dignitario
Dignitario
avatar

Numero di messaggi : 1221
Data d'iscrizione : 03.06.09
Età : 30
Località : L'Aquila

MessaggioTitolo: Re: Un colloquio culinario   Lun Mar 05, 2012 1:59 am

Caro padre Ello che piacere ritrovarvi!

Portateci degli gnocchi gorgonzola accompagnati come contorno da un piatto di fave e cicorie.
E poi mangiate con noi.


Sorrise e si rivolse ad ivan:

prego, nell'attesa ammirate i nostri affreschi!

_________________
Tornare in alto Andare in basso
http://virgus87.altervista.org/
Ello
Dignitario
Dignitario
avatar

Numero di messaggi : 2670
Data d'iscrizione : 11.12.11
Località : Treviso

MessaggioTitolo: Re: Un colloquio culinario   Lun Mar 05, 2012 4:31 pm

Padre Ello dopo aver finito di preparare gli gnocchi disse

Ecco qui gli gnocchi al gorgonzola


Se volete vederne la preparazione andate nelle Cucine

Per il contorno abbiate un attimo di pazienza fra poco sarà pronto
Tornare in alto Andare in basso
Philipdikingsbridge
Dignitario
Dignitario
avatar

Numero di messaggi : 1221
Data d'iscrizione : 03.06.09
Età : 30
Località : L'Aquila

MessaggioTitolo: Re: Un colloquio culinario   Mar Mar 06, 2012 1:50 am

Gli occhi del gran priore si illuminarono alla visione di quel ben di Dio.

Confratello siete un vero maestro al focolare. Sedete con noi!

Poi fece una piccola preghiera e prese alcuni bocconi di quella pietanza. Alcune smorfie e mugulii incomprensibili uscivano dalle ganasce del monaco. Poi esplose dopo aver deglutito:

Ma è una delle migliori pietanze che abbia mai mangiato!!!

_________________
Tornare in alto Andare in basso
http://virgus87.altervista.org/
Ivan de Fuori
Frequentatore
Frequentatore
avatar

Numero di messaggi : 30
Data d'iscrizione : 06.07.11

MessaggioTitolo: Re: Un colloquio culinario   Mar Mar 06, 2012 2:26 am

Ivan era intento ad osservare gli affreschi, senza farsi notare toccava la tela per vedere l'originalita' del autore .. poi all'improvviso entro' un simpatico e gentile Monaco che chiese cosa desideravano, avuta la richiesta se ne ando' per poi far ritorno con dei bei piatti di pasta .
Alla loro vista Ivan subito si sedette e prese posto...segui' la preghiera assumendo una posizione di rispetto e non appena fu finita' inizio' a mangiare .

Non tardo' il suo sincero giudizio a quella specialita' :

Padre ..mmmm ... sono squisiti..questo modo di preparazione mi e' nuovo e devo dire che mi piace molto..daro' senz'altro un occhiata in cucina visto che sono un buongustai dell'arte culinaria, magari portero' questa nuova ricetta nella mia taverna all'Aquila ... li chiamero'
"Gli gnocchi di Don Ello " se permettete... ma non scomodatevi ad andare avanti e indietro, restate seduto, che mi alzo io


Continuava a mangiare con gusto scambiando qualche parole o qualche battuta tra un boccone all'altro... si sentiva bene e la compagnia era molto piacevole
Tornare in alto Andare in basso
Ello
Dignitario
Dignitario
avatar

Numero di messaggi : 2670
Data d'iscrizione : 11.12.11
Località : Treviso

MessaggioTitolo: Re: Un colloquio culinario   Mar Mar 06, 2012 8:14 pm

Sono contento che vi piaccia

Padre Ello servì anche il contorno come promesso

Per quanto riguarda il contorno vi ho portato un piatto diverso dal solito, originale: Cicorie su letto un letto di purè di fave.

Tornare in alto Andare in basso
Philipdikingsbridge
Dignitario
Dignitario
avatar

Numero di messaggi : 1221
Data d'iscrizione : 03.06.09
Età : 30
Località : L'Aquila

MessaggioTitolo: Re: Un colloquio culinario   Mer Mar 07, 2012 1:42 pm

Il gran priore sembrava un bambino felice. Applaudì a quella visione estatica del contorno e disse:

Padre Ello siete veramente un portento! Ora sedete con noi e mangiamo!

Poi si rivolse ad Ivan:

che ne pensate figliuolo?

_________________
Tornare in alto Andare in basso
http://virgus87.altervista.org/
Ivan de Fuori
Frequentatore
Frequentatore
avatar

Numero di messaggi : 30
Data d'iscrizione : 06.07.11

MessaggioTitolo: Re: Un colloquio culinario   Gio Mar 08, 2012 2:16 am

Ivan era intento ad inzuppare il pane nel sugo e continuava a gustarsi quel buon piatto... poi prendeva la brocca e non appena vedeva i calici vuoti li riempiva.

Finche' arrivo' di nuovo il Monaco che porto' un altra pietanza ben elaborata che faceva deliziare il palato soltanto guardarla .

Il padre Philip fece partire un applauso e lui segui' a ruota battendo le mani

CLAP CLAP CLAPP

...poi dopo aver fatto i complimenti al cuoco gli si rivolse dicendo :

che ne pensate figliuolo?


Grazie...tutto molto buono... bhe se mi trattate cosi' bene io poi non me ne vado piu' da qui..quasi quasi mi trasferisco hehehehe

Complimenti Padre Ello, posso riempire il vostro calice?


Sorrideva e alzo' la brocca in attesa della sua risposta...

Mi piace questo luogo qui si sta molto bene..
Padre Philip come avete capito che avevate il dono della vocazione ?
Mi piacerebbe sapere come avete iniziato...
Tornare in alto Andare in basso
Ello
Dignitario
Dignitario
avatar

Numero di messaggi : 2670
Data d'iscrizione : 11.12.11
Località : Treviso

MessaggioTitolo: Re: Un colloquio culinario   Gio Mar 08, 2012 6:46 pm

Padre Ello si sedette vicino ai due e inizio anche lui a mangiare

Sono contento che vi piaccia. Fate pure

E sorrise
Tornare in alto Andare in basso
Philipdikingsbridge
Dignitario
Dignitario
avatar

Numero di messaggi : 1221
Data d'iscrizione : 03.06.09
Età : 30
Località : L'Aquila

MessaggioTitolo: Re: Un colloquio culinario   Gio Mar 08, 2012 6:59 pm

Il gran priore sorrise e disse:

La mia vocazione lo scoperta coscientemente subito raggiunta la maturità. Ho sentito che dovevo abbandonare il mio status di laico per perseguire un disegno più grande, rendendo la mia vita ancora più importante, come il pezzo centrale di un rompicapo al quale senza di esso non si può giungere alla soluzione.
Ecco perchè ho rinunciato a formare una famiglia e a sposare la chiesa. Perchè ho creduto che tramite essa avrei potuto avere maggior soddisfazione sia spirituale che personale.
E tutte le persone che mi vogliono bene, parenti e fedeli, sanno di quanto mi sia privato per arrivare dove sono ora.
E' una vita di privazioni ma che se sai rispettare i voti sacerdotali ed i dogmi ti regala soddisfazioni da ogni punto di vista.


Prese un altro boccone:

Ditemi voi invece, Ivan, cosa pensate della Chiesa e sopratutto del clero che lo compone?

_________________
Tornare in alto Andare in basso
http://virgus87.altervista.org/
Ivan de Fuori
Frequentatore
Frequentatore
avatar

Numero di messaggi : 30
Data d'iscrizione : 06.07.11

MessaggioTitolo: Re: Un colloquio culinario   Ven Mar 09, 2012 5:51 pm

Ivan mangiava con gusto e ascoltava con attenzione le parole del Monaco, annuiva con la testa e sorrideva, poi alla fine gli fu rivolta a lui una domanda :

Ditemi voi invece, Ivan, cosa pensate della Chiesa e sopratutto del clero che lo compone?

Sorseggio' dal calice poi rispose :

Io penso che la Chiesa è la nostra guida sulla terra, il riflesso della Chiesa Celeste sulla terra, e per questo è l’unico tramite tra l’Altissimo e noi, suoi fedeli.
Il clero che compone la Chiesa ha un grande dono e un grande compito: quello di guidarci verso la vera fede e verso la salvezza delle anime.

Io rispetto e ammiro la fede e l’abnegazione con cui voi prelati rinunciate a tante cose, come il matrimonio, una vita privata ecc... non deve essere facile la vostra vita e, da fedele, sono grato all’Altissimo per aver dato al clero il compito di diffondere la dottrina aristotelica a tutti noi e di guidarci lungo il sentiero che conduca a Lui.

Sapete io per questo sono qui, perche' ho fiducia che possiate aiutarmi ad avvicinarmi sempre più a questa fede che già sento forte dentro... quella fede che forse non ho mai avuta o solo perche' era repressa dentro di me .

Io mi sto rendendo conto stando in mezzo a voi e passando del tempo in questo luogo che siete felici e non vi manca niente ...forse e' questa la vera felicita' che ognuno di noi si sforza per cercare ma non trova mai .
Padre come avete fatto a superare le difficolta' dovute alle pressioni della carne imperfetta?


Riempi' di nuovo i calici e alzo' il bicchiere in segno di salute e onore alla tavola, poi si giro' vero padre Ello e gli disse :

Padre Ello sono molto contento di aver conosciuto anche voi, oltre al dono della vocazione siete pure un cuoco perfetto...
Come avete imparato a cucinare cosi' bene ?
Tornare in alto Andare in basso
Philipdikingsbridge
Dignitario
Dignitario
avatar

Numero di messaggi : 1221
Data d'iscrizione : 03.06.09
Età : 30
Località : L'Aquila

MessaggioTitolo: Re: Un colloquio culinario   Ven Mar 09, 2012 6:47 pm

Il gran priore consumava il suo pasto e dopo aver deglutito disse:

Figliuolo sono tutte belle parole però voglio rivangare il passato vostro perchè è lì che si annida l'errore che vi ha portato ad essere in questa situazione.

Voi eravate, a quanto pare ora non più, molto anticlericale ed accusavate la chiesa ed il clero di molte cose. Ricordate ciò quando imperversava il marianesimo in abruzzo?

_________________
Tornare in alto Andare in basso
http://virgus87.altervista.org/
Ello
Dignitario
Dignitario
avatar

Numero di messaggi : 2670
Data d'iscrizione : 11.12.11
Località : Treviso

MessaggioTitolo: Re: Un colloquio culinario   Ven Mar 09, 2012 7:32 pm

Padre Ello bevve dal suo calice e rispose:

Qualche tempo fa mentre ero in viaggio incontrai un cuoco, ma non un cuoco normale era un cuoco eccezionale con lui viaggia per diversi giorni e così mi insegno i trucchi del mestiere
Tornare in alto Andare in basso
Cassandra
Volto Noto
Volto Noto
avatar

Numero di messaggi : 63
Data d'iscrizione : 07.04.11

MessaggioTitolo: Re: Un colloquio culinario   Ven Mar 09, 2012 10:27 pm

Si presentarono al tavolo del Gran Priore.

Cassandra teneva tra le mani il suo bottino di guerra, il vassoio che padre Ello le aveva portato poco prima.
Tornare in alto Andare in basso
Ello
Dignitario
Dignitario
avatar

Numero di messaggi : 2670
Data d'iscrizione : 11.12.11
Località : Treviso

MessaggioTitolo: Re: Un colloquio culinario   Ven Mar 09, 2012 10:39 pm

Padre Ello si riavvicino al tavolo del Granpriore

Ecco Padre, ho accompagnato madame Cassandra al vostro tavolo
Tornare in alto Andare in basso
Philipdikingsbridge
Dignitario
Dignitario
avatar

Numero di messaggi : 1221
Data d'iscrizione : 03.06.09
Età : 30
Località : L'Aquila

MessaggioTitolo: Re: Un colloquio culinario   Sab Mar 10, 2012 1:49 pm

Salve figliuole prego accomodatevi!

Ho da udire le parole importanti di messer Ivan quindi perdonatemi se sarà distratto. Ma avrei piacere a pranzare anche con voi.

_________________
Tornare in alto Andare in basso
http://virgus87.altervista.org/
Cassandra
Volto Noto
Volto Noto
avatar

Numero di messaggi : 63
Data d'iscrizione : 07.04.11

MessaggioTitolo: Re: Un colloquio culinario   Sab Mar 10, 2012 6:18 pm

"Certamente Padre, saremo silenziose, non disturberemo il vostro udire."

Cassandra prese un gnocco fritto ancora caldo e lo gustò, con la bocca piena non avrebbe potuto parlare, non fu un gran sacrificio osservare il promesso silenzio.

La cesta contenente le calde e fraibili focaccine passava di mano in mano.
Le accompagnò con un bicchiere di rosso vino, tanto per dar loro briosa compagnia.

Tornare in alto Andare in basso
Ivan de Fuori
Frequentatore
Frequentatore
avatar

Numero di messaggi : 30
Data d'iscrizione : 06.07.11

MessaggioTitolo: Re: Un colloquio culinario   Mar Mar 13, 2012 1:15 am

Mentre si conversava e sopratutto si mangiava di buon gusto, il tempo trascorreva piacevolmente...

Ad un tratto Padre Philip rivolse ad Ivan una domanda:

Voi eravate, a quanto pare ora non più, molto anticlericale ed accusavate la chiesa ed il clero di molte cose. Ricordate ciò quando imperversava il marianesimo in abruzzo?


Ivan stava per rispodere, quando entro' una dama che si presento' con il nome Cassandra.. lui la osservava per cercare di capire se la conoscesse e se fosse una dama di chiesa .
Poi quando vide che prendeva la forchetta le avvicino' il piatto degli gnocchi invitandola a servirsi.

Quindi tornò a voltarsi verso Padre Philip che stava aspettando la sua risposta:

Padre, come gia' vi spiegai una volta, io non ho una chiara visione del passato, i ricordi dopo quel brutto incidente mi sono stati in parte offuscati, con l'aiuto di Aristotele riuscii a scappare dalle braccia della morte e questo non posso dimenticarlo ..... poi con il tempo piano piano ho iniziato a ricordare e ora posso dirvi qualcosa di quello che ricordo .

Si il Marianesimo professato da Madre Soemia_ e Il Becchino, nacque nel 1458 a Silvi.
In quel periodo esso era nel pieno splendore...tutti quelli che non potevano sposarsi in Chiesa potevano coronare il loro sogno .
Dovete sapere che per me vedere la gente felice era una bella cosa e quindi piu' volte ho dato le mie congratulazioni con chi professava quella fede per la felicita che dava a quelle persone ma non ho mai condiviso la loro professione di fede.

Io non mi unii mai a loro ne tanto meno accettai mai di farmi battezzare da loro, nonostante avessi un legame di parentela con i capi del Marianesimo.

Ricordo che una volta, poco dopo che iniziavo a riprendermi dopo che avevo sfiorato la morte, ero disteso nel letto e venne a trovarmi Soemia..mi portò un suo regalo e mi invito' ad unirmi a lei ....io se pur ero legato a lei affettivamente, non acconsentii nè allora nè mai.

Sono contento che mi abbiate fatto questa domanda, perchè, anche se risveglia in me ricordi dolorosi, ho modo di raccontarvi come andarono esattamente le cose e di come io non ho mai tradito la Vera Fede.

Si e' vero ho avuto comportamenti anticlericali ma questi, se pur non giustificati, erano spinti dall'astio che avevo per alcuni preti e dalla mancata conoscenza che avevo della Chiesa...ma una persona che non ho mai tradito e' stata Aristotele ....per lui ho rifiutato il Casato dei miei parenti e sono uscito litigando con alcuni.... queste cose avrebbero dovute essere prese in considerazione prima di emettere sentenza con la scomunica.

Ora non vi so dire se non mi fosse accaduto lo scontro con l'esercito cosa sarei stato oggi, ma so dirvi che oggi sono un uomo che vuole in tutta umilta' mettere le cose apposto anche con la Chiesa e i suoi componenti .




Dopo aver parlato fece un respiro profondo, poi vedendo che la dama gustava con piacere il vino le verso' dell'altro riempendole il calice ..poi le rivolse parola dicendo :

Scusate dama Cassandra se non mi sono presentato, io sono Ivan De Fuori da Teramo, con chi ho il piacere di condividere questa bella tavola ?
Tornare in alto Andare in basso
Cassandra
Volto Noto
Volto Noto
avatar

Numero di messaggi : 63
Data d'iscrizione : 07.04.11

MessaggioTitolo: Re: Un colloquio culinario   Mar Mar 13, 2012 2:55 am

Scusate dama Cassandra se non mi sono presentato, io sono Ivan De Fuori da Teramo, con chi ho il piacere di condividere questa bella tavola ?

Cassandra finì di mangiare, bevve un sorso di vino, si pulì con il tovagliolo e finalmente potè rispondere.

"Scusate voi, tra le parole udite e il gustoso stuzzichino, mi sono distratta.

Cassandra Guicciardo di Pistoia, il nostro comune ospite ci ha invitato alla sua tavola, pregandoci di rimanere silenziose."


Guardò il Gran Priore e risprese

"Ho il piacere di presentarvi Eleonora Warlords, mia futura madrina, giunta da poco presso questo monastero."

Tornare in alto Andare in basso
EleonoraW
Visitatore
Visitatore


Numero di messaggi : 12
Data d'iscrizione : 23.02.12

MessaggioTitolo: Re: Un colloquio culinario   Mar Mar 13, 2012 3:12 am

Eleonora fece un lieve inchino al Gran Priore a al suo ospite prima di accomodarsi.
Si sentiva un po' intimidita e non volle proferir parola per paura di dire qualcosa di inopportuno.
D'altronde lei e Cassandra stavano cercando il Gran Priore per poter parlare del battesimo in vista delle ormai imminenti nozze, e non si aspettava di certo di ritrovarsi nel bel mezzo di una discussione così importante.

Si presentò compitamente e sedette accanto all'amica.

"Continuate pure la vostra discussione, Messere. Noi resteremo ad ascoltare la vostra interessante dissertazione"
Tornare in alto Andare in basso
Philipdikingsbridge
Dignitario
Dignitario
avatar

Numero di messaggi : 1221
Data d'iscrizione : 03.06.09
Età : 30
Località : L'Aquila

MessaggioTitolo: Re: Un colloquio culinario   Mar Mar 13, 2012 3:46 pm

Il gran priore era completamente concentrato sulla discussione tanto da abbandonare anche il cibo nel piatto.

Capisco le vostre ragioni figliuolo eppure ricordo come se fosse ieri al mio arrivo in abruzzo dove presi la sede di vicarius urbis la situazione non cambiò.
Sopratutto quando feci affiggere l'aggiornamento degli scomunicati per marianesimo nelle taverna abruzzesi voi foste il primo a dare addosso alla chiesa ed a me.
Ed io non avevo mai avuto modo di incontrarvi prima.

Sapete la vostra situazione è una delle più difficili perchè ho ravvisato di persona l'odio contro la chiesa e l'anticlericalismo che palesaste in pubblico.
Capisco l'astio nel vedersi scomunicato e ne comprendo le ragioni ma per voler ristabilire il proprio nome e salvare la propria anima il passato pesa come un macigno nel vostro caso.

Eppure, devo credere che vi siate ricreduto perchè questo è il mio ruolo datomi dall'Altissimo.
Ma badate la vostra situazione nel caso tornaste ad essere un fedele sarà molto delicata perchè al minimo sgarro ricadreste nella dannazione eterna per sempre.
La chiesa è indulgente solo una volta.

Comunque proseguendo oltre, cosa pensate del becchino?

_________________
Tornare in alto Andare in basso
http://virgus87.altervista.org/
Ivan de Fuori
Frequentatore
Frequentatore
avatar

Numero di messaggi : 30
Data d'iscrizione : 06.07.11

MessaggioTitolo: Re: Un colloquio culinario   Ven Mar 16, 2012 1:51 am

Dopo essersi presentato alle dame ascolto' con attenzione la risposta del Monaco che per un attimo lo fece preoccupare facendolo diventare serio, poi le sue parole di rassicurazione finali lo tranquillizzarono... "infondo si puo' risolvere" penso' .

Poi alla domanda rispose :

Comunque proseguendo oltre, cosa pensate del becchino?

Vedete padre ... il Becchino e' mio nonno, lui e' stato il mio ideale da bambino, la persona che avrebbe trovato la soluzione per liberare il popolo dalla schiavitu' del potere .

Con questo idea sono cresciuto.

Di lui vi dico che non e' un mercenario... e' sempre stato coerente e nella sua ingiustizia si e' sempre dimostrato, tra virgolette, giusto .

Ora posso dirvi che oltre il legame di parentela non ho altro .
Non condivido piu' nessun ideale ne tanto meno il suo odio verso i preti e la religione .

Penso che un uomo vissuto per tanti anni fino alla vecchiaia con queste idee difficilmente puo' cambiare e redimersi, ma le vie del altissimo sono infinite ..non si puo' mai sapere .

Ho mangiato troppo e pure buono ..di nuovo complimenti al cuoco .

Padre se dovete parlare con le dame fate pure ...non vi fate problemi io aspetto



Tornare in alto Andare in basso
Philipdikingsbridge
Dignitario
Dignitario
avatar

Numero di messaggi : 1221
Data d'iscrizione : 03.06.09
Età : 30
Località : L'Aquila

MessaggioTitolo: Re: Un colloquio culinario   Ven Mar 16, 2012 12:53 pm

Il gran priore annuì e poi esclamò:

Capisco ivan, capisco.
Non fatevi peso della presenza delle due nostre commensali è molto più impellente ed importante la vostra situazione.
Ditemi, qualora in futuro la chiesa dovesse tornare ad agire contro i vostri famigliari scomunicati ed eretici e/o contro di voi per un qualsivoglia motivo a noi sconosciuto come reagireste a tal notizia?

Il vostro comportamento che vi ha condotto a questa vostra condizione tornerebbe prepotentemente ad offuscare la fede ritrovata?

_________________
Tornare in alto Andare in basso
http://virgus87.altervista.org/
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Un colloquio culinario   

Tornare in alto Andare in basso
 
Un colloquio culinario
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 2Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» Un colloquio culinario

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Monastero Aristotelico di San Domenico :: Monastero di San Domenico :: Refettorio-
Andare verso: