Monastero Aristotelico di San Domenico

Subforum del Gioco di Ruolo Online Regni Rinascimentali
 
IndiceIndice  CalendarioCalendario  FAQFAQ  CercaCerca  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  RegistratiRegistrati  Accedi  
L'Ordine di San Domenico piange il confratello Padre Tacuma, deceduto all'alba del 15 settembre. I funerali si svolgeranno il giorno 30 nella Basilica di Santa Caterina ai Sibillini, e la salma sarà tumulata qui nella cripta del Monastero. Pace a chi riposa in Dio e a chi rimane.

Condividere | 
 

 Malattie Epidemiche

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Padre Giarru
Dignitario Onorario
Dignitario Onorario
avatar

Numero di messaggi : 432
Data d'iscrizione : 13.05.09

MessaggioTitolo: Malattie Epidemiche   Mer Ott 03, 2012 1:55 am

Index [...]

_________________
Alessandro III Cardinalem de' Montemayor Borgia
Cardinalem Camerarium
Tornare in alto Andare in basso
Padre Giarru
Dignitario Onorario
Dignitario Onorario
avatar

Numero di messaggi : 432
Data d'iscrizione : 13.05.09

MessaggioTitolo: Re: Malattie Epidemiche   Mer Ott 03, 2012 1:56 am

Citazione :
Il Colera

Il colera è una malattia infettiva acuta gastroenterica grave, causata da un batterio che vive nell’acqua attaccato ad alghe o a piccoli crostacei. Da questo ambiente, in particolari condizioni, il germe può essere trasmesso all’uomo attraverso l’acqua o il cibo contaminati. Si tratta di una malattia a trasmissione oro-fecale (il batterio viene eliminato con le feci dall'uomo, contamina l'ambiente, l'acqua, gli alimenti, e contagia nuovi individui quando introdotto con gli alimenti o l'acqua).


Sintomi

La malattia, dopo un periodo di incubazione di 1-5 giorni, si manifesta con diarrea acquosa improvvisa con scarsi dolori addominali. Segue il vomito che aggrava lo stato di disidratazione. Il paziente è ipoteso, tachicardico e con diuresi ridotta o addirittura assente (anuria). Se non interviene la cura reidratante, si ha shock irreversibile e morte.

Cura

Prescrivere quanto prima, ovvero appena si ha la fase sintomatica, bere grandi quantità di acqua per evitare disidratazione e per eliminare il germe. L'acqua prima di essere ingerita deve essere bollita per evitare di contrarre il germe del colera stesso o un secondo, è un ottimo mezzo di sterilizzazione.
La Salvia, è una pianta medicinale molto efficace in questi casi, si prescrivono quindi, di praticare almeno 3 volte al di' infusioni di salvia bollita in acqua. Dopo la bollitura far aspirare al paziente i fumi della salvia, esaurita l'ebollizione dei fumi di salvia, ingerire il tutto. Come dosaggio, almeno 2-3 foglie di salvia per ogni prescrizione.


Mortalità

Un soggetto in buona salute può presentare calo della pressione entro un'ora dalla comparsa dei sintomi e morire entro 3 ore. L'intervento idratante è fondamentale nell'immediato.


Dott. Cardinal Alessandro III de' Montemayor Borgia

_________________
Alessandro III Cardinalem de' Montemayor Borgia
Cardinalem Camerarium
Tornare in alto Andare in basso
Padre Giarru
Dignitario Onorario
Dignitario Onorario
avatar

Numero di messaggi : 432
Data d'iscrizione : 13.05.09

MessaggioTitolo: Re: Malattie Epidemiche   Mer Ott 03, 2012 2:24 am

Citazione :
Il Vaiolo

Il vaiolo si trasmette soltanto da soggetto umano a soggetto umano per contatto tramite materiale proveniente da lesioni cutanee o mucose. Il periodo di incubazione dura circa 10-12 giorni. Si crede che questo germe abbia questa grande forza di penetrare le carni e provocare manifestazioni e sintomi importanti.
Inoltre chi sopravvive alla malattia ne è immune nel futuro.



Sintomi

Le manifestazioni patologiche del vaiolo in forma generalizzata e grave si ha la comparsa di febbre e prostrazione con la comparsa di una eruzione cutanea diffusa alla testa agli arti alle mani ed ai piedi (comprese anche palme e piante.
L'eruzione cutanea evolve da vescicole a pustole che divengono ulcerate e che una volta guarite danno origine a piccole cicatrici.



Cura

Per febbre: Salice, Genziana. Se riusciamo a controllare subito la febbre abbiamo ottime probabilità di guarigione rapida.
Salice e Genziana per le loro similitudini d'azione nel corpo, possono essere tritate assieme e ingerite per anche fino a 3 volte al di'. Come dosi 1-2 foglie tritate per Salice e 1 fiore di genziana.



Dott. Cardinal Alessandro III de' Montemayor Borgia

_________________
Alessandro III Cardinalem de' Montemayor Borgia
Cardinalem Camerarium
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Malattie Epidemiche   

Tornare in alto Andare in basso
 
Malattie Epidemiche
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Malattie Epidemiche
» Stigmate e segni tra cielo e terra

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Monastero Aristotelico di San Domenico :: Opifici Monasteriali :: Ospitale Dominicano :: Biblioteca Medica-
Andare verso: