Monastero Aristotelico di San Domenico

Subforum del Gioco di Ruolo Online Regni Rinascimentali
 
IndiceIndice  CalendarioCalendario  FAQFAQ  CercaCerca  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  RegistratiRegistrati  Accedi  

Condividere | 
 

 Santa messa e ordinazione di Attle

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
Fenice
Gran Priore
Gran Priore
avatar

Numero di messaggi : 4548
Data d'iscrizione : 26.12.10

MessaggioTitolo: Santa messa e ordinazione di Attle   Sab Apr 13, 2013 12:42 am

La sera prima, dopo il vespro - i preparativi




Madre Fenice, terminate le incombenze serali, si recò in Cappella quasi in segreto. Desiderava prepararla convenientemente per la celebrazione del giorno dopo, e sperava che sarebbe stata una sorpresa gradita per Teodoro e per tutti coloro che avrebbero partecipato alla messa e all'ordinazione.

Aveva preparato dei grandi cesti con rami verdi e rami di fiori primaverili, e li collocò ai lati dell'altare e davanti al leggio sul quale sarebbe stato preparato il Libro delle Virtù con i segnalibri dorati sistemati nelle pagine delle letture.

Avvolse la base della Croce Aristotelica con nastri dorati e argentati intrecciati insieme e sui gradini del presbiterio pose un grande vaso di rustico coccio non smaltato, nel quale aveva disposto dei rami di olivo. Vicino, avvolta in un panno candido di lino inumidito con dell'olio, depose una focaccia. Tutto questo aveva dei significati che sarebbero stati svelati durante la celebrazione, e indietreggiando di alcuni passi per controllare che tutto fosse sistemato nel modo migliore, Madre Fenice sorrise.
Si inginocchiò per pregare e ringraziare l'Altissimo per quanto sarebbe successo l'indomani, e infine, silenziosa e discreta come era arrivata, uscì richiudendosi la porta alle spalle.

_________________
Tornare in alto Andare in basso
tacuma
Dignitario
Dignitario
avatar

Numero di messaggi : 4170
Data d'iscrizione : 13.05.09
Età : 64
Località : roma

MessaggioTitolo: Re: Santa messa e ordinazione di Attle   Sab Apr 13, 2013 1:11 pm

Dopo il mattutino
cappella di san Domenico


Era sceso prestissimo in cappella ed appena entrato resto quasi interdetto.

La cappella era bella come mai...certo si vedeva che una mano femminile vi aveva passato amore e dedizione, tutto era perfetto, dai fiori, all'olivo nell'orcio
Siate benedetta madre Fenice!!
sussurro' certo che fosse stata opera sua.
Chino' il capo per una...brevissima preghiera e poi si diresse verso le cucine, certo di trovarvi sorella Arianna.

_________________


Ultima modifica di tacuma il Sab Apr 13, 2013 2:12 pm, modificato 2 volte
Tornare in alto Andare in basso
Attle
Irriducibile di San Domenico
Irriducibile di San Domenico
avatar

Numero di messaggi : 189
Data d'iscrizione : 09.12.12
Località : Massa

MessaggioTitolo: Re: Santa messa e ordinazione di Attle   Sab Apr 13, 2013 1:59 pm

Dopo il mattutino
cappella di san Domenico


Teodoro emozionato si recò presso la Cappella. La luce del Sole aveva invaso ogni piccolo anfratto e faceva risplendere le decorazioni poste tutte intorno.
Non riusciva a credere che il giorno tanto atteso fosse finalmente giunto.

La Cappella era ancora vuota, si avvicinò ad un vaso di fiori, pronto a coglierne il profumo quando notò con quanta cura era stato allestito l'altare.
Sentì delle forti fitte allo stomaco e iniziò a tremare.
Probabilmente è l'emozione, che Aristotele mi aiuti.. - pensò.
Decise di trascorrete il suo tempo con ciò che più lo tranquillizzava, la preghiera.

Tornare in alto Andare in basso
Atena
Visitatore
Visitatore
avatar

Numero di messaggi : 6
Data d'iscrizione : 07.04.13
Località : Massa,Ducato di Modena

MessaggioTitolo: Re: Santa messa e ordinazione di Attle   Sab Apr 13, 2013 3:25 pm

Lucrezia accompagnata dal consorte giunse presso la Cappella del Monastero.
Avevano ricevuto comunicazione del lieto evento con largo anticipo,ciò aveva permesso alla coppia di approntare con cura il viaggio.
Per nessun motivo al mondo sarebbero potuti mancare in quel giorno tanto importante per il caro Teodoro,a cui si erano incredibilmente affezionati in poco tempo.
A piccoli passi,sostenuta a braccetto da Carlo,raggiunse alcune sedute situate nella prima metà delle file.
Non molto distante da loro scorse Attle raccolto in preghiera.
Sorrise rivolta alla sua persona, prima di inginocchiarsi per pregare anch'ella,nell'attesa che la celebrazione avesse inizio.
Tornare in alto Andare in basso
Raik
Irriducibile di San Domenico
Irriducibile di San Domenico
avatar

Numero di messaggi : 171
Data d'iscrizione : 23.11.11

MessaggioTitolo: Re: Santa messa e ordinazione di Attle   Sab Apr 13, 2013 3:52 pm

Dopo il mattutino
cappella di san Domenico


Fratello Raik, si diresse in cantina con l'ampolla da cerimonia e la riempì con il vino migliore.

Si recò dunque nella cappella, dove vide che Madre Fenice non aveva lasciato nulla al caso.
Tutto era perfetto. Posò dunque l'ampolla sull'altare accanto al calice.

Si soffermò a pregare alcuni minuti e poi si spostò in sacrestia per indossare i la candida tunica dei domenicani per la celebrazione.


Ultima modifica di Raik il Sab Apr 13, 2013 8:45 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Aryale
Dignitario
Dignitario
avatar

Numero di messaggi : 820
Data d'iscrizione : 20.04.12
Località : Como

MessaggioTitolo: Re: Santa messa e ordinazione di Attle   Sab Apr 13, 2013 5:31 pm

Dopo il mattutino
cappella di san Domenico


Anche in Cappella fervevano i preparativi.
Tutto il monastero era in subbuglio e i monaci si stavano preparando alla cerimonia. Madre Arianna entrò silenziosamente con indosso un saio pulito. Si segnò e già al primo sguardo notò i decori che facevano sembrare ancor più bella la semplice chiesetta del convento. Dopo un primo momento di raccoglimento in cui lodò l'Altissimo, andò in sacrestia e lì attese l'inizio della celebrazione.


_________________
Tornare in alto Andare in basso
Fenice
Gran Priore
Gran Priore
avatar

Numero di messaggi : 4548
Data d'iscrizione : 26.12.10

MessaggioTitolo: Re: Santa messa e ordinazione di Attle   Sab Apr 13, 2013 5:39 pm

Dopo il mattutino
Cappella di San Domenico


La notte era volata, e il nuovo giorno aveva portato l'attività gioiosa di preparazione alla celebrazione.

Madre Fenice tornò in Cappella, si segnò e ringraziò l'Altissimo con una trepida preghiera, prima di salutare chi era già seduto con un cenno del capo.

Teodoro era inginocchiato a pregare e non lo disturbò, passando silenziosamente alle sue spalle per andare in sacrestia a indossare i paramenti.

Si sentiva lo scalpiccio discreto del coro che saliva in cantoria a prendere posto, e in Cappella, alla luce del sole che filtrava dalla vetrata illuminando dolcemente l'altare e il presbiterio, tutto era al suo posto e parlava di festa e di spiritualità.

Sorella Arianna e fratello Raik erano già in sacrestia e si stavano preparando. Li salutò con un sorriso gioioso e si avvicinò all'armadio in cui erano riposti, piegati, i paramenti per le solennità.


Fratelli, che gioia... e che emozione... mormorò con dolcezza.

_________________
Tornare in alto Andare in basso
tacuma
Dignitario
Dignitario
avatar

Numero di messaggi : 4170
Data d'iscrizione : 13.05.09
Età : 64
Località : roma

MessaggioTitolo: Re: Santa messa e ordinazione di Attle   Sab Apr 13, 2013 5:59 pm

Dopo il mattutino
Cappella di San Domenico


Entro' in sagrestia guidato dal sussurro di madre Fenice

Fratelli, che gioia... e che emozione...
Sorrise a tutti condividendo quello stato di gioia ed emozione.
Poi si diresse verso l'antica cassapanca di ebano e ne estrasse i paramenti sacri.

Lentamente, quasi assaporando l'attesa, si vesti'

_________________
Tornare in alto Andare in basso
Attle
Irriducibile di San Domenico
Irriducibile di San Domenico
avatar

Numero di messaggi : 189
Data d'iscrizione : 09.12.12
Località : Massa

MessaggioTitolo: Re: Santa messa e ordinazione di Attle   Sab Apr 13, 2013 8:01 pm

Teodoro vide i primi fedeli giungere presso la cappella mentre aveva notato Madre Fenice dirigersi verso sacrestia.
La cerimonia stava per iniziare e l'emozione cresceva, di minuto in minuto.

Con un breve cenno salutò Lucrezia che già aveva preso posto, poi ultimò le proprie preghiere nella speranza di poter affrontare con maggiore forza quei momenti.
Tornare in alto Andare in basso
samueleborgia
Frequentatore
Frequentatore
avatar

Numero di messaggi : 24
Data d'iscrizione : 03.04.13
Età : 43
Località : Pisa [Repubblica Fiorentina]

MessaggioTitolo: Re: Santa messa e ordinazione di Attle   Sab Apr 13, 2013 8:04 pm

Era finalmente giunto il giorno tanto atteso...
Il Vescovo di Sarzana era arrivato con largo anticipo per non perdersi neanche un momento della cerimonia di ordinazione del caro Fratello Teodoro.
Giunse in Chiesa e non potè fare a meno di ammirare la cura con cui era stata preparata per la cerimonia.
Scorse Fratello Teodoro raccolto in preghiera e raggiunse silenziosamente le prime file inginocchiandosi vicino ai suoi concittadini, Donna Lucrezia e il suo consorte.
Si raccolse in preghiera, invocando la benedizione dell'Altissimo su quel giovane a cui era tanto affezionato e che sarebbe sicuramente stato all'altezza del compito che lo attendeva. Lui, dal canto suo, avrebbe fatto tutto ciò che era in suo potere per sostenerlo in qualunque cosa avesse bisogno.
Tornare in alto Andare in basso
ladykappa
Visitatore
Visitatore
avatar

Numero di messaggi : 2
Data d'iscrizione : 13.04.13

MessaggioTitolo: Re: Santa messa e ordinazione di Attle   Sab Apr 13, 2013 10:19 pm

Anna Karolina insieme a sua sorella Sabrina e alla nipote Florence partì da Chiavari diretta al monastero di San Domenico per assistere all'ordinazione del cugino Teodoro .
Le dame erano entusiaste di presenziare a una così speciale cerimonia .
Durante il tragitto espressero le loro curiosità non rendendosi conto che i freni venivano tirati poiché erano giunte a destinazione .
Scesero della carrozza e volendo far bella figura , poichè si trovavano in un luogo sacro , sistemarono con cura gli abiti.
Avevano scelto indumenti seri ed eleganti .
Cercarono con lo sguardo il cugino Teodoro per dargli il loro appoggio e l'abbraccio della famiglia . Lo videro e con un cenno lo salutarono .
Decisero di prendere posto nelle prime file nell'attesa che la cerimonia iniziasse .
La Contessa si girava spesso per vedere se una delle sue figlie sarebbe giunta ,avrebbe costituito per lei l'occasione per godere della loro compagnia e magari di qualche altro parente .
Vide Lucrezia, sorrise poi fece silenzio e attese .


Tornare in alto Andare in basso
Helheona
Visitatore
Visitatore
avatar

Numero di messaggi : 10
Data d'iscrizione : 02.04.13

MessaggioTitolo: Re: Santa messa e ordinazione di Attle   Sab Apr 13, 2013 10:37 pm

Era una splendida giornata di primavera, la maestosità e luce del sole facevano da cornice a quel giorno così importante.
Entrando in cappella Sabrina fu subito affascinata da quel luogo e la cura col quale era stato preparato.
Lei, la sorella e sua nipote volsero lo sguardo verso i primi banchi cercando il cugino, nello stesso istante, quando lo videro ed egli le notò, fece un cenno di saluto, sorridendogli dolcemente, immaginava quanto potesse essere emozionato, lo era anche lei per lui, pensando al gran passo che stava facendo e a quanto si fosse impegnato per arrivare fin lì.
Si sedettero nelle prime file, lì la baronessa notò la nipote Lucrezia e prima di prendere posto le si avvicinò discretamente così da salutare lei e suo marito.
La cerimonia doveva ancora iniziare, allora si inginocchiò attendendo nella preghiera che avesse inizio, affidando suo cugino all'Altissimo...
Tornare in alto Andare in basso
Florence_
Visitatore
Visitatore
avatar

Numero di messaggi : 4
Data d'iscrizione : 13.04.13

MessaggioTitolo: Re: Santa messa e ordinazione di Attle   Sab Apr 13, 2013 11:45 pm

Quando si aprì la porta della carrozza,
Florence diede la mano al cocchiere per
scendere, era in compagnia della nonna
Helheonora e della zia Ladykappa.
Il sole splendeva sui volti di tutte le dame
fuori dalla cappella,tutte erano vestite elegantissime
per l'occasione. Florence
nascose quel filo di timidezza ed emozione,
poiché era la prima volta che partecipava
ad un evento simile.
Entrati in chiesa, si levarano il cappello
e si accomodarono nei loro posti assegnati.
Salutò con lo sguardo a Lucrezia e suo marito, dopodiché
si inginocchiò insieme ai parenti e si raccolse in preghiera.
Attle le notò, dal volto era sereno
e molto lieto di vedere la sua famiglia accanto.
Tornare in alto Andare in basso
Fenice
Gran Priore
Gran Priore
avatar

Numero di messaggi : 4548
Data d'iscrizione : 26.12.10

MessaggioTitolo: Re: Santa messa e ordinazione di Attle   Dom Apr 14, 2013 1:30 pm

Madre Fenice si voltò a guardare i concelebranti e chiese Siete pronti, fratelli? Penso si possa cominciare.

Attese un attimo per ricevere conferma con lo sguardo e poi, con un sorriso, si avviò per uscire dalla sacrestia e raggiungere il suo posto per la concelebrazione, seguita dagli altri.

Alzò gli occhi e incrociando lo sguardo interrogativo del Magister Musicus che si sporgeva con discrezione dalla cantoria, gli fece un cenno di assenso. Il canto avrebbe accompagnato l'ingresso dei concelebranti e segnato l'inizio del rito.

_________________
Tornare in alto Andare in basso
Magister Musicus
Visitatore
Visitatore


Numero di messaggi : 18
Data d'iscrizione : 26.11.11

MessaggioTitolo: Re: Santa messa e ordinazione di Attle   Dom Apr 14, 2013 1:43 pm

Il cenno atteso da Madre Fenice era arrivato. Padre Adamo, il Magister Musicus, scambiò uno sguardo con i confratelli del coro e intonò con dolcezza l'Alleluja, veni Sancte Spiritus, facendo risuonare la voce in tutta la cappella senza sforzo.
La melodia si svolgeva lenta e solenne. Al termine il Magister diede l'attacco e il coro si unì alla sua voce e ripeté il canto, mentre lo scalpiccio dei concelebranti cessava, segno che si erano disposti al loro posto nel presbiterio.

Terminato il canto, il riverbero si spense lentamente, mentre la campana suonava.
Padre Adamo guardò e vide che la cappella era piena di confratelli e ospiti, e ci si apprestava a iniziare la celebrazione.
Tornare in alto Andare in basso
Attle
Irriducibile di San Domenico
Irriducibile di San Domenico
avatar

Numero di messaggi : 189
Data d'iscrizione : 09.12.12
Località : Massa

MessaggioTitolo: Re: Santa messa e ordinazione di Attle   Dom Apr 14, 2013 1:53 pm

Teodoro aveva preso posto, si voltò lievemente verso la Cappella e vide con piacere che alcuni suoi cari erano giunti presso il Monastero per tale occasione. Ciò lo tranquillizzava non poco.

All'improvviso udì Magister Musicus intonare le prime musiche della celebrazione, il suo cuore palpitava ancora più forte, mentre le campane annunciavano l'inizio della celebrazione.
Tornare in alto Andare in basso
Ello
Dignitario
Dignitario
avatar

Numero di messaggi : 2670
Data d'iscrizione : 11.12.11
Località : Treviso

MessaggioTitolo: Re: Santa messa e ordinazione di Attle   Dom Apr 14, 2013 6:03 pm

Padre Ello era entrato in Cappella, si era diretto in sacrestia per vestirsi e si era preparato per la celebrazione. In processione con tutti i celebranti si era diretto sul Presbiterio dove ora attendeva la fine del canto d'inizio
Tornare in alto Andare in basso
Raik
Irriducibile di San Domenico
Irriducibile di San Domenico
avatar

Numero di messaggi : 171
Data d'iscrizione : 23.11.11

MessaggioTitolo: Re: Santa messa e ordinazione di Attle   Dom Apr 14, 2013 6:34 pm

Celebrazione

Fratello Raik al cenno di Madre Fenice, insieme agli altri concelebranti, che nel frattempo si erano vestiti, entrò nella cappella.
Indossavano tutti le candide tuniche domenicane.

Quando il Magister Musicus ebbe finito di intonare il coro d'inizio e le campane ebbero finito di suonare procedette lentamente verso l'altare ed esordì:


Sorelle e fratelli carissimi, vi accolgo nel nome dell'Altissimo, di Aristotele e del Secondo Profeta Christos.

Gioite, voi che siete qui riuniti in questo momento di gioia che segna l'ingresso di Attle nella Santa Chiesa Aristotelica Romana e Universale. Da oggi la Chiesa avrà un nuovo ministro per diffondere la sacra parola.

Prima di celebrare questa unione, riconosciamo la nostra condizione di peccatori e chiediamo perdono all'Altissimo, affinché possiamo accostarci con cuore puro alla festa.
L'Altissimo e i due Profeti possano benedirci e guidarci sempre nel lungo cammino che conduce alla virtù.


disse così e tornò al suo posto tra gli altri concelebranti, in attesa che Padre Tacuma iniziasse la lettura.
Tornare in alto Andare in basso
tacuma
Dignitario
Dignitario
avatar

Numero di messaggi : 4170
Data d'iscrizione : 13.05.09
Età : 64
Località : roma

MessaggioTitolo: Re: Santa messa e ordinazione di Attle   Dom Apr 14, 2013 9:00 pm

Cappella di San Domenico
celebrazione


Padre Tacuma guardo' i presenti e sorrise.
Riconobbe tanti volti noti, quelle che chiamava le donne Malaspina erano la' quel giorno, emozionate e trepidanti...guardo' Attle , e ricordo' la sua richiesta di avvicinarsi al Signore.
E finalmente era giunto il momento in cui la chiamata dell'Altissimo veniva santificata.

Sfoglio' il sacro libro e lo apri' nella pagina che aveva accuratamente segnato

Vorrei leggervi alcuni passi dalla vita di san Benedetto, il Patrono dei Chierici e del Monachesimo

Egli lascio' la sua casa da giovane...ascoltate...

Ben chiese l'autorizzazione di partire ai suoi genitori.
Dinanzi alla sua risolutezza,
suo padre poté soltanto piegarsi alla sua decisione, gli affidò una borsa gonfia
e Benedetto se ne andò.
Frequentò i dotti Aristotelici,
si prestò al loro gioco di riflessione.
Egli lesse tutti i libri
che gli affidavano i suoi maestri.
Lo spingevano a seguire la via della religione,
ma non si sentiva pronto.

Scoprì con emozione la Ragione,
il logos ma anche la Città
e lo spirito della Città.
All’età di 21 anni,
partì nuovamente e raggiunse la Gallia,
terra ancora selvaggia per gran parte del suo territorio.
Voleva essere solo di fronte alla creazione,
diventare saggio attraverso l'osservazione della grande opera divina....


Si fermo' un istinte

....solo di fronte alla creazione....

ecco un attimo in cui, se il Signore ci chiama, dobbiamo comprendere, decidere, cercare chi puo' aiutarci , chi puo' capire cosa abbiamo ricevuto e magari non lo comprendiamo

ed ancora

...scoprì l'assenza degli uomini,
riflettè sui loro vizi sui loro difetti,
meditò sulla loro bellezza
e le loro virtù.
Fece allora l'esperienza profonda della Morale
che sola potè guidarlo,
condurlo a restare uomo secondo la Ragione.
Ebbe l'esperienza intima del legame
tra l'Uomo, la Ragione e la Morale.
“Tutto è questione di proporzioni
e di ritmi armoniosi”.
Comprese allora l'insegnamento di Christos
“La fede porta la verità.
Ma per comprenderla,
occorre usare la ragione.”
Prese coscienza della bellezza del mondo,
della bellezza dell'Uomo,
il suo animo
privato di tutti gli artefatti
percepì che La bellezza sensibile
è un'immagine della bellezza eterna
che l' anima ha da sempre già contemplato.
La sua conoscenza della morale,
della ragione e delle virtù
se era molto sviluppata
ma in modo troppo teorico
e Ben sentiva sempre più
la necessità di passare alla pratica.


Ed io penso ai nostri monaci, ai nostri preti... che studiano, comprendono e ad un certo punto...giunge la chiamata e capiscono che e' il momento di mettere in pratica gli studi e...si ascoltate il passo piu' dolce e poetico


...Una notte, fece un sogno strano:
una ruota girava in un cielo porpora,
su queste sbarre sedevano dei demoni
forniti di fruste
con cui colpivano la schiena di buoi.
I loro occhi erano velati,
su ogni velo appariva il nome di un vizio:
lussuria, avarizia, orgoglio….
La ruota era mossa dall’avanzare di questi buoi legati ad essa.
Questi buoi marciavano,
marciavano incessantemente,
girando in tondo
in un movimento che faceva girare la ruota.
Su ogni bue era segnato un nome,
uno di loro portava quello di Benedetto.
Ciascuno di loro era isolato,
non vedeva null’altro
che questo cielo porpora attraverso il suo velo.

Allora seppe,
l' uomo saggio
deve partecipare alla vita della città
dove deve portare i frutti della sua sapienza.
Appena fu desto,
Benedetto si avviò.
Preparò i suoi poveri beni
e andò nelle città degli uomini.....


Ecco fratelli in pochi passi della sua vita io vedo la vita di molti frati, i nostri conventuali, o i nostri itineranti...ma anche tanti nostri sacerdoti che si radicano nelle citta' e la' diventano guide, fari, riferimenti...
Uomini umili
ma cosi' forti e saldi nella loro fede,
capaci di affrontare il mondo
anche laddove esso tenta di respingerli.

Ed oggi avremo un nuovo uomo pronto a vivere per la fede

Tacque guardando Attle con un sorriso che arrivava dal cuore




_________________
Tornare in alto Andare in basso
Aryale
Dignitario
Dignitario
avatar

Numero di messaggi : 820
Data d'iscrizione : 20.04.12
Località : Como

MessaggioTitolo: Re: Santa messa e ordinazione di Attle   Dom Apr 14, 2013 9:19 pm

Cappella di San Domenico
celebrazione


Madre Arianna ascoltava le parole dell'omelia.
Le ascoltava con il cuore, guardava Attle così visibilmente emozionato e nel suo animo riviveva la sua ordinazione. La chiesetta era piena di persone e quella celebrazione solenne così attesa, era come un inno di giubilo che giungeva a Dio.

"Sia lode a Voi, mio Signore!" pensò.

Poi, giunte le mani al petto e chino il capo, attese la prosecuzione del rito.

_________________
Tornare in alto Andare in basso
samueleborgia
Frequentatore
Frequentatore
avatar

Numero di messaggi : 24
Data d'iscrizione : 03.04.13
Età : 43
Località : Pisa [Repubblica Fiorentina]

MessaggioTitolo: Re: Santa messa e ordinazione di Attle   Dom Apr 14, 2013 9:52 pm

Anche Samuele aveva ascoltato con attenzione le parole di Padre Tacuma.
Si vedeva che era molto affezionato a quel giovane che si stava consacrando all'Altissimo, e anche nell'emozione di Fratello Teodoro si poteva ritrovare quella che anche lui aveva provato al momento della sua ordinazione.

Ma era giunto il momento della recita del Credo, affidata a lui.

Si avvicinò di fronte all'Assemblea dei Fedeli per recitare il Credo assieme a loro.


"Fratelli, rinnoviamo la nostra professione di Fede recitando insieme il Credo

Io credo in Dio l'Altissimo Onnipotente,
Creatore del Cielo e della Terra, degli Inferi e il Paradiso,
Giudice delle nostre anime nell'ora della morte.

E in Aristotele, suo profeta, figlio di Nicomaco e Phaetis,
Mandato ad insegnare le leggi e la sapienza divina dell'universo agli uomini fuorviati.

Credo anche in Christos, nato da Maria e Giosep.
Ha sacrificato la sua vita per mostrarci la via del Paradiso.
Cosi dopo aver sofferto sotto Ponzio, Morì martire per salvarci.
Si è unito al sole dove Aristotele era in attesa alla destra dell'Altissimo

Io credo nell'azione divina,
In Santa Romana Chiesa aristotelica,
Una e indivisibile, in con la comunione dei Santi
In remissione dei peccati, Nella Vita Eterna.

Amen"
Tornare in alto Andare in basso
Ello
Dignitario
Dignitario
avatar

Numero di messaggi : 2670
Data d'iscrizione : 11.12.11
Località : Treviso

MessaggioTitolo: Re: Santa messa e ordinazione di Attle   Dom Apr 14, 2013 9:55 pm

Padre Ello alzò il capo e ripeté il Credo:

Io credo in Dio l'Altissimo Onnipotente,
Creatore del Cielo e della Terra, degli Inferi e il Paradiso,
Giudice delle nostre anime nell'ora della morte.

E in Aristotele, suo profeta, figlio di Nicomaco e Phaetis,
Mandato ad insegnare le leggi e la sapienza divina dell'universo agli uomini fuorviati.

Credo anche in Christos, nato da Maria e Giosep.
Ha sacrificato la sua vita per mostrarci la via del Paradiso.
Cosi dopo aver sofferto sotto Ponzio, Morì martire per salvarci.
Si è unito al sole dove Aristotele era in attesa alla destra dell'Altissimo

Io credo nell'azione divina,
In Santa Romana Chiesa aristotelica,
Una e indivisibile, in con la comunione dei Santi
In remissione dei peccati, Nella Vita Eterna.

Amen
Tornare in alto Andare in basso
Fenice
Gran Priore
Gran Priore
avatar

Numero di messaggi : 4548
Data d'iscrizione : 26.12.10

MessaggioTitolo: Re: Santa messa e ordinazione di Attle   Dom Apr 14, 2013 10:33 pm

Io credo in Dio l'Altissimo Onnipotente,
Creatore del Cielo e della Terra, degli Inferi e il Paradiso,
Giudice delle nostre anime nell'ora della morte.

E in Aristotele, suo profeta, figlio di Nicomaco e Phaetis,
Mandato ad insegnare le leggi e la sapienza divina dell'universo agli uomini fuorviati.

Credo anche in Christos, nato da Maria e Giosep.
Ha sacrificato la sua vita per mostrarci la via del Paradiso.
Cosi dopo aver sofferto sotto Ponzio, Morì martire per salvarci.
Si è unito al sole dove Aristotele era in attesa alla destra dell'Altissimo

Io credo nell'azione divina,
In Santa Romana Chiesa aristotelica,
Una e indivisibile, in con la comunione dei Santi
In remissione dei peccati, Nella Vita Eterna.

Amen


Madre Fenice pronunziava le parole del Credo e le sembravano nuove... perché ogni volta che rinnovava la professione di Fede rifletteva sul loro significato alla luce dell'emozione e del pensiero della circostanza. Questa circostanza era una delle più felici dell'ultimo periodo... ed era bellissimo essere insieme ai confratelli e al giovane Teodoro, sul cui viso un po' teso rileggeva il turbamento e la speranza che aveva provato anche lei, e che aveva visto riflessi in ogni volto di chi si apprestava a ricevere l'Ordinazione, sempre.
Sorrise dopo l'"Amen" conclusivo e nel contempo sospirò, ma di contentezza.

_________________
Tornare in alto Andare in basso
Cinderella
Visitatore
Visitatore
avatar

Numero di messaggi : 3
Data d'iscrizione : 11.03.12

MessaggioTitolo: Re: Santa messa e ordinazione di Attle   Dom Apr 14, 2013 10:45 pm

Emozionata e commossa, Cinderella assisteva alla cerimonia, insieme ad altri suoi concittadini.
Fratello Teodoro pareva trasfigurato, tanto era vicino all'Altissimo in quel momento.
Ascoltò con attenzione le parole del Cardinale Tacuma e pensò ancora una volta all'umanità e alla semplicità con cui riusciva a far arrivare al cuore di ognuno il significato della Fede.
Quando il Vescovo Samuele disse che era giunto il momento di recitare il credo, Cinderella si alzò e a mani giunte, recitò la preghiera:

Io credo in Dio l'Altissimo Onnipotente,
Creatore del Cielo e della Terra, degli Inferi e il Paradiso,
Giudice delle nostre anime nell'ora della morte.

E in Aristotele, suo profeta, figlio di Nicomaco e Phaetis,
Mandato ad insegnare le leggi e la sapienza divina dell'universo agli uomini fuorviati.

Credo anche in Christos, nato da Maria e Giosep.
Ha sacrificato la sua vita per mostrarci la via del Paradiso.
Cosi dopo aver sofferto sotto Ponzio, Morì martire per salvarci.
Si è unito al sole dove Aristotele era in attesa alla destra dell'Altissimo

Io credo nell'azione divina,
In Santa Romana Chiesa aristotelica,
Una e indivisibile, in con la comunione dei Santi
In remissione dei peccati, Nella Vita Eterna.

Amen
Tornare in alto Andare in basso
Atena
Visitatore
Visitatore
avatar

Numero di messaggi : 6
Data d'iscrizione : 07.04.13
Località : Massa,Ducato di Modena

MessaggioTitolo: Re: Santa messa e ordinazione di Attle   Dom Apr 14, 2013 10:52 pm

Molte persone care erano giunte,ciò non poteva che amplificare l'emozione in quel giorno tanto importante per Teodoro.
Era bello vedere in quanti avevano voluto condividere con lui quei momenti ed essergli vicini.
Una dimostrazione d'affetto che valeva più di molte parole.
Ascoltò con attenzione le parole di Sua Eminenza cercando di tanto in tanto con lo sguardo il cugino,prima di recitare in concerto con i fedeli il Credo Aristotelico.


Io credo in Dio l'Altissimo Onnipotente, 
Creatore del Cielo e della Terra, degli Inferi e il Paradiso, 
Giudice delle nostre anime nell'ora della morte. 

E in Aristotele, suo profeta, figlio di Nicomaco e Phaetis, 
Mandato ad insegnare le leggi e la sapienza divina dell'universo agli uomini fuorviati. 

Credo anche in Christos, nato da Maria e Giosep. 
Ha sacrificato la sua vita per mostrarci la via del Paradiso. 
Cosi dopo aver sofferto sotto Ponzio, Morì martire per salvarci. 
Si è unito al sole dove Aristotele era in attesa alla destra dell'Altissimo 

Io credo nell'azione divina, 
In Santa Romana Chiesa aristotelica, 
Una e indivisibile, in con la comunione dei Santi 
In remissione dei peccati, Nella Vita Eterna. 


Una breve pausa.

Amen
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Santa messa e ordinazione di Attle   

Tornare in alto Andare in basso
 
Santa messa e ordinazione di Attle
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 2Vai alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» Santa messa e ordinazione di Attle
» Santa messa del 21 marzo
» Santa messa e ordinazione di Aryale - 24 febbraio A.D. 1461
» Santa Messa del 6 dicembre 1457
» Santa Messa del 15 Novembre

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Monastero Aristotelico di San Domenico :: Monastero di San Domenico :: Cappella di San Domenico-
Andare verso: