Subforum del Gioco di Ruolo Online Regni Rinascimentali


Non sei connesso Connettiti o registrati

Santa Messa del 17 gennaio 1458

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1 Santa Messa del 17 gennaio 1458 il Dom Gen 17, 2010 2:52 pm

Kemnos

avatar
Dignitario Onorario
Dignitario Onorario
Padre Ennio in sacrestia indossò i sacri paramenti e quando l’ora giunse, uscì e, dopo aver compiuto il gesto della fede verso i propri confratelli, salì sul pulpito ed iniziò l’omelia:

Fratelli, oggi non voglio commentare il Librò delle Virtù, voglio discutere di un argomento di cui si parla spesso in questi giorni: l’eresia.
Abbiamo visto che gli spinozisti hanno trovato il modo di mettersi in mostra e di rendere i testi della loro religione più facilmente reperibili.
Ecco, ed ora? Cosa dobbiamo fare? Prendere gli eretici e arderli sul rogo uno per uno? Oppure ignorarli?
Beh, il nostro ruolo dobbiamo averlo presente sempre, ed il nostro Dogma ce lo ricorda:

Articolo 1: La Chiesa Aristotelica è l'istituzione spirituale ed universale che mira ad aiutare tutti i figli di Dio a sfuggire all'Inferno lunare e raggiungere il Paradiso solare.


Ecco la nostra missione, ciò che dobbiamo fare, per prima cosa, sarebbe cercare il peccatore e tentare di riportarlo sulla via della Vera Fede.

Articolo 2: La Chiesa Aristotelica è solo sostegno della verità divina e ogni persona che non crede nell’Aristotelismo è eterodossa e si condanna da sola alla dannazione eterna.

Per coloro che non riusciamo a convertire, il nostro compito è controllarli: rassicurarci che non inducano in errore altri figli di Dio. A punirli interverrà l’Onnipotente stesso un giorno.
Quest’ultimo Dogma dovrebbe essere noto a tutti i fedeli aristotelici, dovrebbe essere noto il rischio in cui si mette la nostra anima immortale quando si frequenta uno spinozista o comunque un eretico.
Andiamo, dunque, e predichiamo l’Unica Vera Fede, compiendo la nostra missione di Salvezza.”

Ciò detto l’Arcivescovo scese dal pulpito, benedì l’Assemblea e tornò in sacrestia.


_________________
Padre Ennio "Kemnos" Borromeo Pelagio

- Arcivescovo di Ravenna-
- Gran Priore dell'Ordine di San Domenico -

2 Re: Santa Messa del 17 gennaio 1458 il Lun Gen 18, 2010 12:09 am

Jakob_Hutter

avatar
Frequentatore
Frequentatore
Come sempre Jakob ascoltò le parole della funzione con attenzione e ponderandole a lungo.
Egli non aveva idea di chi fossero questi spinozisti ne che cosa pensassero, ma di certo non esisteva a sua conoscienza pensiero più chiaro e verità più vera dell'esistenza di Dio e della sua parola che porta conforto e consolazione, che cura le ferite, sopisce la fame e rallegra la tristezza.
Ebbe pena per coloro che non conoscevano queste verità e sentì nuovamente il forte impulso di riprendere il cammino per portar la parola di Dio, la dove essa era scomparsa o dimenticata o mai giunta prima.

Al termine della celebrazione, in coro con i suoi confratelli sussurrò:
"amen"
quindi ritornò al refettorio a terminar di preparare il pasto domenicale.

3 Re: Santa Messa del 17 gennaio 1458 il Mer Gen 20, 2010 12:13 am

andosan

avatar
Spirito Inquieto
Spirito Inquieto
Padre Andosan ascoltava quelle parole con il conforto si sapere che la posizione in certi temi, all'interno dell'ordine, era quanto mai condivisa. Quindi finita la messa andò dal confratello Tacuma per proseguire la discussione.

4 Re: Santa Messa del 17 gennaio 1458 il Mer Gen 20, 2010 8:35 am

tacuma

avatar
Dignitario
Dignitario
era scosso tacuma e silenzioso osservava i confratelli vociare nella sagrestia....

La Chiesa Aristotelica è l'istituzione spirituale ed universale che mira ad aiutare tutti i figli di Dio....e ogni persona che non crede nell’Aristotelismo è eterodossa e si condanna da sola alla dannazione eterna.
E ancora la voce di padre kemnos a martellargli il cuore.
Affioravano ricordi di un passato lontano ormai, ma cosi' vivido e violento che gli strappavano e laceravano l'animo.
Vide avvicinarsi fratello Andosan e gli sorrise tristemente...
Caro fratello ...come siamo a volte cosi' ciechi e sordi alla bellezza e al richiamo dell'Altissimo, confondendo talora la verita' con le parole vuote di chi dall'Altissimo ci allontana...
E tornaravano i ricordi mentre il suo sguardo posato su fratello Andosan lo trapassava e si perdeva nei suoi errori

"Credete in Dio, poiché al di fuori di Dio e della religione, nessuna verità
esiste, nessun valore, nessun senso; nulla esiste al di fuori di Dio." Ricordiamole sempre le parole di Christos, poiche' egli nel suo amore infinito puo' sempre salvarci....aiutarci quando il nostro cammino diventa faticoso e la nostra anima vacilla...Io lo so...


_________________

5 Re: Santa Messa del 17 gennaio 1458 il Mer Gen 20, 2010 6:37 pm

angelo


Frequentatore
Frequentatore
Angelo entra pour la première fois dans la chapelle et suivit la cérémonie avec beaucoup d'attention.

Contenuto sponsorizzato


Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum