Monastero Aristotelico di San Domenico

Subforum del Gioco di Ruolo Online Regni Rinascimentali
 
IndiceIndice  CalendarioCalendario  FAQFAQ  CercaCerca  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  RegistratiRegistrati  Accedi  
L'Ordine di San Domenico piange il confratello Padre Tacuma, deceduto all'alba del 15 settembre. I funerali si svolgeranno il giorno 30 nella Basilica di Santa Caterina ai Sibillini, e la salma sarà tumulata qui nella cripta del Monastero. Pace a chi riposa in Dio e a chi rimane.

Condividere | 
 

 Messa per il Santo Natale

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Padre Heldor
Padre Generale
Padre Generale
avatar

Numero di messaggi : 560
Data d'iscrizione : 14.04.09
Età : 39

MessaggioTitolo: Messa per il Santo Natale   Sab Dic 20, 2014 11:40 pm

L'anziano prelato si affacciò dalla sacrestia verso la chiesa e sorrise... Quindi annuì e tornò indietro... Qualche istante dopo sbucò nuovamente dalla stessa porta con una cassa che poggiò vicino all'altar maggiore, quindi, con un nuovo giro in sacrestia uscì con una scala sulle spalle... Barcollava vistosamente sotto quella scala, forse per lo sbilanciamento della stessa, forse per la veneranda età... Giunse, in ogni caso fino alla base della statua di Aristotele, appoggiandovi la scala... Quindi restò per qualche istante ad osservare il tutto dal basso, come se qualcosa lo perplimesse...

_________________
Firma in revisione
Tornare in alto Andare in basso
Fenice
Gran Priore
Gran Priore
avatar

Numero di messaggi : 4445
Data d'iscrizione : 26.12.10

MessaggioTitolo: Re: Messa per il Santo Natale   Dom Dic 21, 2014 1:55 am

A quell'ora tonfi, trascinamenti e cigolii in Cappella...
Presa una candela e coprendosi spalle e testa con una mantellina per non prendere freddo, Madre Fenice temerariamente scese da sola a vedere che stesse succedendo e aperta con circospezione la porta della Cappella vide Padre Heldor che guardava da sottinsù la statua di Aristotele, reggendosi con difficoltà ad una scala.
Il sollievo la fece quasi arrabbiare.


Ma cosa fate qui da solo? chiedere aiuto no? Potreste farvi male, Dio non voglia...


_________________
Tornare in alto Andare in basso
Padre Heldor
Padre Generale
Padre Generale
avatar

Numero di messaggi : 560
Data d'iscrizione : 14.04.09
Età : 39

MessaggioTitolo: Re: Messa per il Santo Natale   Dom Dic 21, 2014 3:36 pm

Mappork! - per poco l'anziano prelato non cascò davvero dalla scala che stava lentamente salendo, quindi, reggendosi con entrambe le mani al pali laterali volse il capo verso Fenice - Madre, non sono morto per quasi 75 anni, avendo pur fatto una vita avventurosa in gioventù e volete farmi raggiungere Voi l'Altissimo per un richiamo? - il tono della quello di una reprimenda scherzosa, quindi tornò a guardare verso l'alto e nuovamente le rivolse la parola - Vogliamo star qui a filosofeggiare o mi volete dare una mano a mettere gli addobbi per la messa di Natale? - ora la il tono era di impertinente ma bonaria provocazione, tanto che lo sguardo volgeva ora alla consorella ora alla cassa con gli addobbi.

_________________
Firma in revisione
Tornare in alto Andare in basso
Fenice
Gran Priore
Gran Priore
avatar

Numero di messaggi : 4445
Data d'iscrizione : 26.12.10

MessaggioTitolo: Re: Messa per il Santo Natale   Mer Dic 24, 2014 1:33 am

Ah, ora io sarei lavativa? ribatté di rimando Madre Fenice lanciandogli un'occhiataccia piena d'affetto. Si avvicinò alla cassa e l'aprì, chinandosi per guardare all'interno.
Cosa vorreste mettere?

_________________
Tornare in alto Andare in basso
Padre Heldor
Padre Generale
Padre Generale
avatar

Numero di messaggi : 560
Data d'iscrizione : 14.04.09
Età : 39

MessaggioTitolo: Re: Messa per il Santo Natale   Mer Dic 24, 2014 11:33 pm

Che domande Madre Fenice, per essere un cardinale romano siete ben poco preparata sugli addobbi! - disse ridendo mentre scendeva dalla scala con scricchiolii vari, non si sa se dei pioli o delle sue ossa... Le si piazzò al fianco e guardo nella cassa con le mani piantate su fianchi... In quel momento, tra il barbone bianco e l'espressione bonaria e divertita, lo avrebbero potuto scambiare per Santo Natale in persona se fosse stato vestito di rosso... "Voi occupatevi di mettere il piviale bianco e argento al Santissimo Joshua Christos, io metterò quello rosso e oro al Santissimo Aristotele..." disse indicando con un cenno della testa le due statue più vicine all'altar maggiore... "Veloce però... Domattina dovremo essere pronti per la funzione per Santo Natale, quindi non abbiamo un istante da perdere!" detto cìo' allungò la mano a prendere il sacro paramento che aveva detto e si diresse verso la statua che si era autoassegnato.

_________________
Firma in revisione
Tornare in alto Andare in basso
Fenice
Gran Priore
Gran Priore
avatar

Numero di messaggi : 4445
Data d'iscrizione : 26.12.10

MessaggioTitolo: Re: Messa per il Santo Natale   Gio Dic 25, 2014 2:03 am

La risposta di Madre Fenice si perse, provvidenzialmente, in un indistinto mormorio mentre ella si chinava a prendere sul fondo della cassa il piviale che le era stato assegnato.
Ne emerse reggendolo con una certa fatica su un braccio e osservò


Ho bisogno della scala... facciamo così: io reggo la scala a voi e poi voi farete lo stesso, altrimenti faremo sicuramente prestissimo, ma a finire a farci curare con qualche gamba rotta!

Si avvicinò decisa alla scala e con uno sguardo eloquente fece segno all'anziano confratello di salire per sistemare il piviale intorno alle spalle della statua del Primo Profeta.

_________________
Tornare in alto Andare in basso
Padre Heldor
Padre Generale
Padre Generale
avatar

Numero di messaggi : 560
Data d'iscrizione : 14.04.09
Età : 39

MessaggioTitolo: Re: Messa per il Santo Natale   Gio Dic 25, 2014 11:58 am

Annuì sorridendo alle parole di Fenice, quindi, quando le campane suonarono il mattutino, si voltò e disse, con gioia, alla consorella: Buona festa di Santo Natale, Fenice! - ed allargò le braccia per accoglierla in un abbraccio fraterno.

Dopo l'intera nottata di preparativi guardò soddisfatto le due statue, si diresse verso la sacrestia facendo cenno a Fenice di seguirlo "Farete messa con me? Sperando che qualcuno dei confratelli o degli studenti si unisca a noi..." chiedeva mentre indossava la tunicella e poi la causa rossa e oro, che faceva coppia con il mantello piviale che aveva messo, qualche ora prima, sulle spalle di Aristotele...

Mentre attendeva una risposta fece cenno ad uno dei confratelli che passavano di andare a dire al fratello campanaro che era ora di chiamare tutti a messa.

_________________
Firma in revisione
Tornare in alto Andare in basso
Fenice
Gran Priore
Gran Priore
avatar

Numero di messaggi : 4445
Data d'iscrizione : 26.12.10

MessaggioTitolo: Re: Messa per il Santo Natale   Gio Dic 25, 2014 1:03 pm

Certo che celebro con voi! disse Madre Fenice ricambiando l'abbraccio e sorridendo. Speriamo arrivino gli altri... intanto prepariamoci.
Con pochi gesti rapidi indossò i paramenti della festa, e come unico gesto di femminile cura, ravviò i capelli lasciandoli a incorniciarle morbidamente il volto.
Proprio mentre terminava, le campane iniziarono a suonare a festa.

_________________
Tornare in alto Andare in basso
Karagounis
Colonna Portante del Monastero.
Colonna Portante del Monastero.
avatar

Numero di messaggi : 484
Data d'iscrizione : 09.03.14
Località : Avezzano

MessaggioTitolo: Re: Messa per il Santo Natale   Gio Dic 25, 2014 2:06 pm

Entrò in chiesa molto silenziosamente per prendere posto.
Si inginocchiò e disse una piccola preghiera in attesa dell'inizio della celebrazione.

_________________
Tornare in alto Andare in basso
Arielth
Frequentatore
Frequentatore


Numero di messaggi : 43
Data d'iscrizione : 25.11.14

MessaggioTitolo: Re: Messa per il Santo Natale   Gio Dic 25, 2014 10:31 pm

La giovane studentessa accorse appena sentì i tocchi, non vedeva l'ora di parteciparci per pregare e ringraziare di un altro meraviglioso natale.Per cui si preparò e giunta in chiesa vi entrò posizionandosi in uno dei banchi facendo una piccola preghiera preparatoria
Tornare in alto Andare in basso
Ayla
Volto Noto
Volto Noto
avatar

Numero di messaggi : 80
Data d'iscrizione : 16.12.14

MessaggioTitolo: Re: Messa per il Santo Natale   Gio Dic 25, 2014 10:43 pm

Non era mai andata a Messa.
Alzò la testa udendo l'argentino suono delle campane che riecheggiava fra le mura dell'Abazia.

Si alzò decidendo che l'occasione era perfetta per prendere la sua prima Messa.

Una volta in Chiesa, restò ferma un istante, cogliendo ogni minima sensazione.

Prese posto accanto a Serapio, l'unico che conosceva e sorridendo si inginocchiò in preghiera.
Tornare in alto Andare in basso
Padre Heldor
Padre Generale
Padre Generale
avatar

Numero di messaggi : 560
Data d'iscrizione : 14.04.09
Età : 39

MessaggioTitolo: Re: Messa per il Santo Natale   Ven Dic 26, 2014 12:14 am

Il vecchio Padre Generale si sistemò lo zucchetto sul capo, fece l'occhiolino a Fenice, sorridendole, quindi unì le mani sul petto e si incamminò verso l'altar maggiore...

Con la voce baritonale che aveva sempre avuto e che, per fortuna, non era cambiata nel corso degli anni, cantava il canto di introduzione:

Il Signore è la mia salvezza
e con lui non temo più
perché ho nel cuore la certezza:
la salvezza è qui con me

Fate conoscere ai popoli
tutto quello che lui ha compiuto,
e ricordino per sempre,
ricordino sempre che il suo Nome è grande


Quindi giunto davanti all'altar maggiore con il suo passo malfermo, si voltò verso i fedeli:

Siate i benvenuti, figli miei, alla messa per Santo Natale, oggi è un giorno di gioia, nello spirito di amicizia che ci hanno dettato i nostri Santissimi Profeti, che la loro benedizione scenda su di noi tutti e che sia tramite della benedizione dell'Altissimo

Si diresse quindi verso le sedie dei celebranti, ma prima di sedersi fece cenno a Madre Fenice di farsi avanti.

_________________
Firma in revisione
Tornare in alto Andare in basso
tacuma
Dignitario
Dignitario
avatar

Numero di messaggi : 4169
Data d'iscrizione : 13.05.09
Età : 64
Località : roma

MessaggioTitolo: Re: Messa per il Santo Natale   Ven Dic 26, 2014 10:46 am

Il Signore è la mia salvezza
e con lui non temo più
perché ho nel cuore la certezza:
la salvezza è qui con me

Fate conoscere ai popoli
tutto quello che lui ha compiuto,
e ricordino per sempre,
ricordino sempre che il suo Nome è grande


La voce forte di padre Heldor si perdeva nella cappella e la oltrepassava.
Tacuma accelera il passo. Era in ritardo.
Entra e si siede in un angolo cercando di fare il meno possibile rumore

_________________
Tornare in alto Andare in basso
Padre Heldor
Padre Generale
Padre Generale
avatar

Numero di messaggi : 560
Data d'iscrizione : 14.04.09
Età : 39

MessaggioTitolo: Re: Messa per il Santo Natale   Ven Dic 26, 2014 6:22 pm

Lanciò uno sguardo a Tacuma, che cercava di arrivare alla chetichella, ma che venne immediatamente individuato dai suoi occhi... Gli sorrise e gli fece cenno di sedersi, era felice di vederlo...

Con voce ferma, prima di sedersi, intonò il Credo Aristotelico, preghiera fondamentale della loro fede, quindi avrebbe lasciato la parola a Fenice per la lettura e l'omelia:

Noi crediamo nei 2 profeti che con le opere e le azioni ci hanno indicato la via per raggiungere il paradiso solare, dove siedono, con i santi e gli Arcangeli, a fianco dell'Altissimo e sfuggire dall'inferno lunare dove regnano i demoni dei vizi, a servizio dell'Essere senza Nome.

Noi crediamo in Aristotele, che è vissuto in Grecia ed h guidato Alessandro, insegnando le virtù e la giustizia.

Noi crediamo nel Secondo Profeta che ha portato a compimento la parola di Aristotele e che è morto testimoniando l'amicizia aristotelica e il bene.

Noi crediamo nel battesimo e negli altri sacramenti che ci accolgono nella comunità dei credenti e ci mettono in comunione con l'Altissimo.

Ci affidiamo alla Chiesa Aristotelica, così come l'ha istituita il secondo profeta, perchè ci guidi nel nostro viaggio mortale.

Crediamo infine che seguendo la via indicata dai libri della Virtù, come sono tramandati dalla Chiesa, alla fine del viaggio terreno la nostra anima, eradicata dal corpo, potrà godere della beatitudine solare.

Amen


Quindi si sedette sullo scranno del celebrante con aria soddisfatta, decisamente soddisfatta.

_________________
Firma in revisione
Tornare in alto Andare in basso
tacuma
Dignitario
Dignitario
avatar

Numero di messaggi : 4169
Data d'iscrizione : 13.05.09
Età : 64
Località : roma

MessaggioTitolo: Re: Messa per il Santo Natale   Ven Dic 26, 2014 7:29 pm

Caro padre Heldor sospira osservandolo
Quasi si commuove, e stavolta non e' l'eta' a tradire la sua debolezza, ma sono i ricordi ancora vividi del passato.
Del suo passato la' dentro
Il tempo e' trascorso cosi' in fretta che a Tacuma sembra ancora di essere un oblato in presenza di padre Heldor
Gli sorride

Noi crediamo nei 2 profeti che con le opere e le azioni ci hanno indicato la via per raggiungere il paradiso solare, dove siedono, con i santi e gli Arcangeli, a fianco dell'Altissimo e sfuggire dall'inferno lunare dove regnano i demoni dei vizi, a servizio dell'Essere senza Nome.

Noi crediamo in Aristotele, che è vissuto in Grecia ed h guidato Alessandro, insegnando le virtù e la giustizia.

Noi crediamo nel Secondo Profeta che ha portato a compimento la parola di Aristotele e che è morto testimoniando l'amicizia aristotelica e il bene.

Noi crediamo nel battesimo e negli altri sacramenti che ci accolgono nella comunità dei credenti e ci mettono in comunione con l'Altissimo.

Ci affidiamo alla Chiesa Aristotelica, così come l'ha istituita il secondo profeta, perchè ci guidi nel nostro viaggio mortale.

Crediamo infine che seguendo la via indicata dai libri della Virtù, come sono tramandati dalla Chiesa, alla fine del viaggio terreno la nostra anima, eradicata dal corpo, potrà godere della beatitudine solare.

Amen

_________________
Tornare in alto Andare in basso
Arielth
Frequentatore
Frequentatore


Numero di messaggi : 43
Data d'iscrizione : 25.11.14

MessaggioTitolo: Re: Messa per il Santo Natale   Ven Dic 26, 2014 10:46 pm

Noi crediamo nei 2 profeti che con le opere e le azioni ci hanno indicato la via per raggiungere il paradiso solare, dove siedono, con i santi e gli Arcangeli, a fianco dell'Altissimo e sfuggire dall'inferno lunare dove regnano i demoni dei vizi, a servizio dell'Essere senza Nome.

Noi crediamo in Aristotele, che è vissuto in Grecia ed h guidato Alessandro, insegnando le virtù e la giustizia.

Noi crediamo nel Secondo Profeta che ha portato a compimento la parola di Aristotele e che è morto testimoniando l'amicizia aristotelica e il bene.

Noi crediamo nel battesimo e negli altri sacramenti che ci accolgono nella comunità dei credenti e ci mettono in comunione con l'Altissimo.

Ci affidiamo alla Chiesa Aristotelica, così come l'ha istituita il secondo profeta, perchè ci guidi nel nostro viaggio mortale.

Crediamo infine che seguendo la via indicata dai libri della Virtù, come sono tramandati dalla Chiesa, alla fine del viaggio terreno la nostra anima, eradicata dal corpo, potrà godere della beatitudine solare.

Amen
Tornare in alto Andare in basso
Fenice
Gran Priore
Gran Priore
avatar

Numero di messaggi : 4445
Data d'iscrizione : 26.12.10

MessaggioTitolo: Re: Messa per il Santo Natale   Sab Dic 27, 2014 12:09 am

Mentre si univa alla professione di Fede, Madre Fenice si avviò verso l'ambone e aprì il Libro delle Virtù là dove il segnalibro indicava la pagina dell'agiografia di San Nicola Natale.
Attese che tutti avessero terminato di ripetere il Credo e quindi cominciò a leggere:


Citazione :
Agiografia di Santo Natale

Le sue origini

Pronipote di un brav’uomo che aveva seguito Christos nella sua vita, Nicola Natale nacque su un carro trainato, secondo la tradizione, da cervi ammaestrati da suo padre.
A quel tempo non vi erano registri e non si conosce il luogo esatto né la data esatta della sua nascita, ma sappiamo che avvenne durante un inverno particolarmente rigido.

Natale aveva sofferto così tanto alla sua nascita, ed era stato anche tante volte sul punto di morire, che rischiò di non raggiungere l’età della pubertà. Ma ogni volta era tornato alla vita, contrariamente agli altri mortali, e ritornava più in forma che prima.
Tuttavia ogni anno, durante il solstizio d’inverno sembrava morire per cinque giorni e cinque notti, ma sebbene il suo corpo fosse vegliato, alcuni pretendevano di averlo visto in diversi posti, che offriva pane ai più poveri, fuoco a coloro che non ne avevano, o anche un semplice giocattolo ai bambini tristi.

La sua vita

Verso l’età di 15 anni, anche se non aveva mai studiato, raccontava la storia di Christos che il suo bisnonno aveva tramandato a suo nonno e che lui aveva tramandato ai suoi figli e ai suoi nipoti.

Il parroco della sua parrocchia lo invitava regolarmente a partecipare alla messa e ne fece il suo diacono. Presto tutti si stupirono per sua erudizione, per la sua semplicità, per il suo amore per gli altri e per le sue conoscenze intuitive del dogma aristotelico.

Un giorno in cui gli venivano chieste notizie riguardo ai suoi problemi di salute collegati all’inverno rispose:

Parlerei più di un regalo di Dio, che di un problema, perché ogni volta che sfioro la morte io imparo da Christos ed Aristotele, perché il nostro Creatore ci offre tutte le risposte a tutte le domande affinché possiamo vedere la nostra vita sotto una nuova luce, e possiamo giudicarci da soli prima di essere giudicati.

Normalmente, tornando in vita, noi perdiamo queste conoscenze, ed un po’ della nostra forza, ma credo che Dio abbia scelto diversamente per me, sebbene io non conservi che una risposta, senza scegliere quale, non dimentico del tutto la visita presso i Santi.

Naturalmente nessuno lo prendeva realmente sul serio, e non poteva essere diversamente, ma ciò che la gente capiva di tutto ciò era che lui era un erudito ed un uomo tanto saggio quanto buono.

Per tutta l’anno dedicava metà del suo tempo per aiutare gli infelici, non solo i poveri, ma tutti quelli che chiamava “infelici”.
Quando gli chiedevano perché aiutava i ricchi come i poveri gli piaceva rispondere con frasi che diceva di aver sentito dallo stesso Aristotele:

”I talenti del ricco non rimpiazzano il talento di essere felici.”
“Essere pieno di talenti non permette di comprare la felicità.”
Si vive con un talento, ma non si porta i propri talenti nella tomba.”

Non tutti comprendevano, perché il talento non era più la moneta corrente da tempo…

Verso l’età di 35 anni fu nominato Vescovo e continuò la sua vita nello stesso modo, aiutando coloro che dovevano essere aiutati, indipendentemente dalla loro classe sociale, era famoso per avere sempre la parola od il regalo di cui c’era bisogno per dare gioia agli infelici.
E ogni solstizio d’inverno sembrava morire, ma ogni volta 3 o 4 giorni più tardi si riprendeva, più in forma che mai ed organizzava una messa verso mezzanotte nella quale raccontava una nuova storia.

Un anno annunciò che, vista la sua veneranda età, aveva quasi 90 anni, e questo era già un miracolo di per sé, rinunciava alla sua carica e avrebbe intrapreso da solo un ultimo pellegrinaggio. Tutti avrebbero voluto dissuaderlo, ma promise che sarebbe tornato il 25 dicembre, e che, in ogni caso, bisognava benedire particolarmente quel giorno, perché aveva saputo dagli stessi Christos e Aristotele che era il giorno di nascita di tutti e tre, Aristotele era nato a mezzogiorno, Christos a mezzanotte, e lui proprio tra i due, alle ore 18.

La leggenda

Babbo Natale, come avevano continuato a chiamarlo i suoi fedeli, partì lungo la strada e tornò tra i suoi il 6 dicembre seguente.
Rispose poco alle domande su quel pellegrinaggio, ma aveva portato con se due carri. Uno pieno di ceppi, l’altro di pani.

Fece distribuire il pane ed il legno ai più poveri, e quando la distribuzione fu terminata inviò i carri a fare il giro dei più ricchi ai quali si chiedeva di lasciare un regalo.

Il 24 dicembre, Monsignor Natale organizzò due messe, una a mezzogiorno in onore di Aristotele ed una a mezzanotte in onore di Christos, poi si diresse in sacrestia e nessuno lo rivide più.

Tutti gli abitanti del villaggio, dai più fedeli ai più miscredenti, passarono la notte a cercarlo, e solamente quando si fece mattina rientrarono alle loro case, sfiniti.
Allora la leggenda fu scritta tra i miracoli, perché ogni casa, senza eccezione aveva il focolare acceso e dei regali ai piedi del camino.

Da allora, ogni anno si dice un po’ dappertutto che nel mese di dicembre passi per le case a regalare un po’ di felicità. Si sostiene anche che, talvolta, Christos e Aristotele l’accompagnino…


Terminata la lettura, Madre Fenice alzò gli occhi e dopo alcuni attimi di riflessione disse

Carissimi, nel racconto di questa vita si parla di doni... doni materiali, pane per gli affamati, ma anche doni per gli infelici, che sono tali pur non avendo difficoltà.
Il dono è gratuito per tutti, e viene elargito indipendentemente dal merito o dal bisogno. In questo risiede l'Amore che dà senza chiedere, l'Amore che ci porta vicini a Dio perché è simile - umanamente simile - al Suo modo di amare.
Siamo capaci di superare i nostri pregiudizi, le nostre chiusure, e donare così, da veri aristotelici?
Sappiamo donare per la gioia di donare?
Sappiamo comprendere ciò di cui l'altro ha bisogno?
Sappiamo scomparire in silenzio dopo aver dato?

Chiediamo all'Altissimo la forza di saperlo fare... moltiplicheremo la nostra gioia e quella di chi riceverà il nostro dono, condividendo Amore.


Terminata la riflessione, sorrise e tornò al proprio posto, per lasciare che la celebrazione proseguisse.

_________________
Tornare in alto Andare in basso
Violet_
Frequentatore
Frequentatore
avatar

Numero di messaggi : 24
Data d'iscrizione : 27.10.14

MessaggioTitolo: Re: Messa per il Santo Natale   Dom Dic 28, 2014 4:15 am

La rossa raggiunse, seppure in ritardo, la Cappella di San Domenico ove si stava tenendo la Messa per il Santo Natale. Senza fare rumore rimase in disparte seguendo la cerimonia e nel contempo pregando per se e per i suoi cari.
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Messa per il Santo Natale   

Tornare in alto Andare in basso
 
Messa per il Santo Natale
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» La Liturgia della Fiera Campionaria: aspettando il Santo Natale
» Natale in cascina Barona
» Natale 2009
» Pensierini di Natale...
» oggi mi è arrivato il regalo di natale di mio suocero... from japan

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Monastero Aristotelico di San Domenico :: Monastero di San Domenico :: Cappella di San Domenico-
Andare verso: