Monastero Aristotelico di San Domenico

Subforum del Gioco di Ruolo Online Regni Rinascimentali
 
IndiceIndice  CalendarioCalendario  FAQFAQ  CercaCerca  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  RegistratiRegistrati  Accedi  
L'Ordine di San Domenico piange il confratello Padre Tacuma, deceduto all'alba del 15 settembre. I funerali si svolgeranno il giorno 30 nella Basilica di Santa Caterina ai Sibillini, e la salma sarà tumulata qui nella cripta del Monastero. Pace a chi riposa in Dio e a chi rimane.

Condividere | 
 

 La raccolta delle ciliegie selvatiche

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
Padre Heldor
Padre Generale
Padre Generale
avatar

Numero di messaggi : 560
Data d'iscrizione : 14.04.09
Età : 39

MessaggioTitolo: La raccolta delle ciliegie selvatiche   Mar Mag 12, 2015 11:19 pm

L'anziano prelato, arrancò lungo il limitare dei campi... Era tornato da poco e amava passeggiare in solitudine, forse era per il troppo trambusto avuto nella propria vita, tra palazzi e cattedrali, ma ora era felice quando poteva godersi una bella giornata tra i campi... Mentre camminava lungo un fosso, non troppo distante dal monastero, notò dall'altra parte del fosso alcuni ciliegi lasciati all'incuria... Erano comunque carichi di quei piccoli, meravigliosi frutti rossi e pensò che poteva essere un bel dono fare un dolce a base di ciliegie e crema per festeggiare il proprio ritorno...

Ma il fosso non offriva passaggi validi per le sue gambe malandate, quindi scosse il capo e si carezzò la lunga barba candida "Se solo avessi 20 anni di meno... Quando avevo 50 anni avrei saltato questo fosso per lungo, altroché!"

Osservava a destra e a sinistra ma nessun passaggio gli si offriva, quindi, senza scomporsi, sollevò il dito indice e sorrise... l'Altissimo gli era venuto in soccorso con un'idea!

Si voltò e fece alcuni passi, zoppicando, verso il monastero, quindi con la voce che lo aveva sempre contraddistinto, pari ad un'esplosione come potenza, tuonò:

"OI DEL MONASTERO... SVEJA!!! Portate ASSI e SCALEEEE!!! VELOOOCIIII!!!!"

Quindi, sempre tenendo d'occhio il monastero, nel caso che qualcuno lo avesse sentito e cercasse di raggiungerlo, riprese ad osservare il fosso per capire in quale punto fosse più comodo fare quel ponte provvisorio che servisse allo scopo...

_________________
Firma in revisione
Tornare in alto Andare in basso
tacuma
Dignitario
Dignitario
avatar

Numero di messaggi : 4170
Data d'iscrizione : 13.05.09
Età : 64
Località : roma

MessaggioTitolo: Re: La raccolta delle ciliegie selvatiche   Mer Mag 13, 2015 7:10 pm

Il tempo  primaverile offriva  profumi e colori stupendi oltre al clima mite.
La finestra aperta della sua cella lascia  penetrare tutto questo oltre alla pace meravigliosa del monastero Tacuma seduto sotto la finestra sulla sua amata panca, ad  occhi socchiusi si gode quel momento

"OI DEL MONASTERO... SVEJA!!! Portate ASSI e SCALEEEE!!! VELOOOCIIII!!!!"

Il cuore ruzzola nel petto.
Si porta  una mano alla gola e strabuzza gli occhi
Oh cielo! Ma questo e' un attentato alla mia veneranda eta'...ma che e'?? e guarda verso i boschi.

Ahahahah!!! scoppia a ridere.
Piccolo puntino marrone nel verde stupendo che circonda  il monastero, ma i movimenti...goffi?...tradiscono la presenza di padre Heldor

Ehi laggiu'!! Urla  portando le mani ad  imbuto alla bocca
vi siete perso padre mio!?!?

_________________
Tornare in alto Andare in basso
Fenice
Gran Priore
Gran Priore
avatar

Numero di messaggi : 4447
Data d'iscrizione : 26.12.10

MessaggioTitolo: Re: La raccolta delle ciliegie selvatiche   Mer Mag 13, 2015 7:37 pm

Madre Fenice sta in mezzo ai rovi di un roseto inselvatichito di cui tutti ignoravano forse l'esistenza, intenta a districarsi in mezzo alla fioritura spontanea. I colori delle rose sono delicatissimi, e il profumo appena accennato, ma le rose sono tante. Beata, pensa ai doni dell'Altissimo... e all'improvviso sente delle grida che la spaventano, perché sono incomprensibili.

San Quirico e Santa Giulitta mormora preoccupata ma che succede?

Con un sospiro cerca di uscire dal groviglio dei rami profumati senza strapparsi la tonaca, e cedendo a un impulso raro, grida a sua volta

Chi è che grida?

_________________
Tornare in alto Andare in basso
Padre Heldor
Padre Generale
Padre Generale
avatar

Numero di messaggi : 560
Data d'iscrizione : 14.04.09
Età : 39

MessaggioTitolo: Re: La raccolta delle ciliegie selvatiche   Mer Mag 13, 2015 10:38 pm

Dopo un po' di attesa, quasi sicuro di aver individuato il tratto del fosso più stretto, quindi l'ideale per passarlo con qualche aiuto, sentì due voci rispondere dal monastero, Padre Tacuma e Madre Fenice, che conosceva fin troppo bene anche senza vederli... Sempre sorridendo tranquillo rispose prima a Tacuma:

"Perso? Ma vi pare?!? Forza, radunare chiunque sia rimasto e portar qui scale e tavole!!"

Quindi rispose a Fenice: "Sorella, la volete una torta di ciliegie selvatiche? Forza allora, anche voi, radunare tutti qui!"

Infine, rivolto a tutti e due:

"NON FATEMI ASPETTARE DI TROVAR L'OSPITE NELLE CILIEGE, ERGO... VELOCI!!!!" scosse il capo ridacchiando al pensiero che ai due anziani confratelli aveva urlato di far veloci...

Quindi, impaziente come sempre quando si trattava di questioni che non richiedessero grande diplomazia, si portò sul bordo del fosso e con il bastone cominciò a misurare, a vista, l'eventuale salto che ci sarebbe stato da fare...

_________________
Firma in revisione
Tornare in alto Andare in basso
tacuma
Dignitario
Dignitario
avatar

Numero di messaggi : 4170
Data d'iscrizione : 13.05.09
Età : 64
Località : roma

MessaggioTitolo: Re: La raccolta delle ciliegie selvatiche   Gio Mag 14, 2015 12:27 pm

Veloci borbotta Veloci sembra cosi' facile quano lo dici....
Esce dalla sua oasi di pace, la sua cella.
Solleva la sottana con le mani e corre ...si fa per dire ovviamente , lungo il corridoio dove si aprono le celle dei monaci
IL RETTORE CHIAMA A RAPPORTOOOOOO!!!! VELOCIIIII!!!!!!!

Passa per il chiostro, supera il chiostrino di oblati e novizi
SU SU CORRETE IL RETTORE HA BISOGNO DIO BRACCIA E SOPRATTUTTO GAMBE GIOVANIIII!!!!!!!

E finalmente lo raggiunge, affannato ma felice
Padreee eccomi...ma che succede??

_________________
Tornare in alto Andare in basso
Padre Heldor
Padre Generale
Padre Generale
avatar

Numero di messaggi : 560
Data d'iscrizione : 14.04.09
Età : 39

MessaggioTitolo: Re: La raccolta delle ciliegie selvatiche   Sab Mag 16, 2015 1:03 am

Una volta individuato un punto dagli argini più solidi, sorrise soddisfatto sentendo le urla di Tacuma... Si erano visti crescere praticamente, dall'inizio della chiesa italica in poi... Sembrava passato un secolo per tutti i progressi fatti e, forse, guardandoli, qualcuno avrebbe annuito pensando a quel "secolo" passato.

Quando Tacuma giunse l'anziano sacerdote aveva uno sguardo simile a quello di un bambino che vede dei dolcetti lasciati incustoditi sul tavolo della cucina: sorriso felice e sguardo brillante... Disse solo due parole a quel suo vecchio amico: "Ciliegie selvatiche.." indicando poi con la punta del bastone gli alberi dall'altra parte del fosso... Quindi aggiunse "Chi arriva ultimo prepara la pasta frolla!" e spiccò un salto dal bordo del fosso per raggiungere quello opposto... Ma visto lo stato delle sue gambe e la sua età piuttosto avanzata finì gambe all'aria nel fosso, per fortuna poco profondo... Dopo un istante di smarrimento, con la tonaca sollevata fino alle ginocchia e le terga a mollo, scoppiò a ridere di gusto, come non faceva da tanto, forse troppo, tempo.

_________________
Firma in revisione
Tornare in alto Andare in basso
tacuma
Dignitario
Dignitario
avatar

Numero di messaggi : 4170
Data d'iscrizione : 13.05.09
Età : 64
Località : roma

MessaggioTitolo: Re: La raccolta delle ciliegie selvatiche   Sab Mag 16, 2015 11:11 am

Alla faccia delle ossa doloranti padre mio!!!
Meno male che e' primavera!!
scoppia a ridere
solleva la tonaca e guarda  l'acqua
Si puo' fare si
ed entra camminando....
Pensavo esclama mentre attraversa  il fossato  pensavo...ma e' proprio necessario fare una crostata?
Ehm....
la spara velocemente
Padre mio sapete che  il  ratafià di ciliegie selvatiche è un liquore aromatizzato con foglie di ciliegio e ciliegie selvatiche, che non sono dolci quanto quelle coltivate ovviamente....ma hanno un aroma più intenso, ottime per rendere questo liquore ad alta gradazione gustoso al palato quando lo assaporerete?
Sapete che e' antichissimo e che  i monaci cistercensi  ne producono da sempre?
Siamo meno di loro noi forse?
Abbiamo biumbi o trovatelli al monastero per servire crostate?
Quelle  possiamo farle con ogni frutto....ma questo ben dell'Altissimo...
ed  indica  il vecchio albero gonfio  di frutti....

_________________
Tornare in alto Andare in basso
Fenice
Gran Priore
Gran Priore
avatar

Numero di messaggi : 4447
Data d'iscrizione : 26.12.10

MessaggioTitolo: Re: La raccolta delle ciliegie selvatiche   Sab Mag 16, 2015 12:36 pm

... e guardali, i due monelli! esclama ridendo Madre Fenice, che è finalmente arrivata al fosso e li ha trovati a mollo, chi con i piedi, chi con altre parti del corpo.
La frolla l'avevo già preparata ieri notte per fare i biscotti, è a riposo in attesa di essere infornata, se raccogliamo abbastanza frutti potremo fare sia la crostata che il ratafià.
Dopodiché, sollevata pudicamente la tonaca sopra le caviglie, entra nel fosso con l'aria colpevole e divertita di chi sta commettendo qualcosa di inaspettato e fuori dalle regole.

_________________
Tornare in alto Andare in basso
tacuma
Dignitario
Dignitario
avatar

Numero di messaggi : 4170
Data d'iscrizione : 13.05.09
Età : 64
Località : roma

MessaggioTitolo: Re: La raccolta delle ciliegie selvatiche   Lun Mag 18, 2015 1:18 pm

Madre!!!!! la guarda serio e poi le scoppia a ridere in faccia
Ma possibile che i giovani del monastero siano cosi' tontoloni da non riuscire a godersi una giornata come questa?!

_________________
Tornare in alto Andare in basso
Padre Heldor
Padre Generale
Padre Generale
avatar

Numero di messaggi : 560
Data d'iscrizione : 14.04.09
Età : 39

MessaggioTitolo: Re: La raccolta delle ciliegie selvatiche   Lun Mag 18, 2015 11:50 pm

Ancora ridacchiando si guardò intorno ascoltando le parole di Tacuma... Ora lo sguardo era perplesso "Effettivamente... Quando pensano che gli capiti di vedere tre cardinali a mollo come siamo noi adesso? Ci mancano solo Stex e Giarru e faremmo un bel quintetto di porpore in umido!" quindi scoppiò nuovamente a ridere divertito.

Una volta passato quell'istante di ilarità cercò di far leva per rialzarsi e, dopo un paio di scivoloni, altrettanti schizzi verso i confratelli e tanto fango addosso, riuscì ad alzarsi...

Prese a guardare vicino all'argine del fosso e pose una domanda che fino a quel momento non aveva pensato:

"Ed ora come usciamo fratello e sorella?" disse tornando a quel sorriso piuttosto divertito iniziale

_________________
Firma in revisione
Tornare in alto Andare in basso
tacuma
Dignitario
Dignitario
avatar

Numero di messaggi : 4170
Data d'iscrizione : 13.05.09
Età : 64
Località : roma

MessaggioTitolo: Re: La raccolta delle ciliegie selvatiche   Mar Mag 19, 2015 9:10 am

Lo guarda scivolare piu' volte
Oh le tue povere terga fratello mio!! sussurra tentando di esser serio qui ci vuole un giovine che riesca a smuoverti di li....

_________________
Tornare in alto Andare in basso
Ayla
Volto Noto
Volto Noto
avatar

Numero di messaggi : 80
Data d'iscrizione : 16.12.14

MessaggioTitolo: Re: La raccolta delle ciliegie selvatiche   Mar Mag 19, 2015 6:16 pm

Durante un'udienza, il procuratore interroga l'imputato ed i testimoni...
Mormora concentrata quando le pare di sentire delle urla, era in effetti uscita dall'aula per studiare, convinta che il sole e la brezza le avrebbero fatto sentire meno il peso dello studio. Solleva il viso un momento, ma le par di udire solo il canto degli uccelli.
...ma ha soprattutto due grandi momenti di parola: l'atto...
Questa volta ne è erta, son voci, una che non conosce, le altre dei suoi insegnanti.
Ormai la concentrazione è andata e, infilandosi il libro sotto il braccio, si dirige, correndo e incuriosita, verso le voci che adesso paiono divertite.

E' perplessa poichè sente le voci farsi vieppiù vicine ma non riesce ad individuare con lo sguardo i rispettivi proprietari...
Fino a quando non deve frenarsi bruscamente.
E sgranare gli occhi alla scena.
Se fossero dei suoi compagni di studio riderebbe certamente divertita, ma tre cardinali?
Cerca con lo sguardo il suo mentore e si schiarisce la voce appena appena


Eminenze.... Padre... serve aiuto?
Tornare in alto Andare in basso
tacuma
Dignitario
Dignitario
avatar

Numero di messaggi : 4170
Data d'iscrizione : 13.05.09
Età : 64
Località : roma

MessaggioTitolo: Re: La raccolta delle ciliegie selvatiche   Mar Mag 19, 2015 8:11 pm

Ah...ehm...cioe'....ovvero....
Ayla benvenuta sorella mia!!
esclama passando la mano sulla testa, avanti e indietro per finire sul volto...
Ecco forse ...direi proprio di si!!!!!

_________________
Tornare in alto Andare in basso
Perlarosa.
Volto Noto
Volto Noto
avatar

Numero di messaggi : 75
Data d'iscrizione : 10.03.15
Località : Regno delle due Sicilie

MessaggioTitolo: Re: La raccolta delle ciliegie selvatiche   Mar Mag 19, 2015 8:25 pm

Passando dall'aula al suo dormitorio, Rosa si accorse di movimenti insoliti che non era solito vedere.

"Dalia, tesoro, sai che succede?"


Disse alla giovane che l'aveva preceduta, poi guardò i suoi superiori:

" posso darvi una mano anche io, se occorre"
Tornare in alto Andare in basso
tacuma
Dignitario
Dignitario
avatar

Numero di messaggi : 4170
Data d'iscrizione : 13.05.09
Età : 64
Località : roma

MessaggioTitolo: Re: La raccolta delle ciliegie selvatiche   Mar Mag 19, 2015 8:28 pm

E poi divenne una questione di dignità...infine era od era stato il loro professore

Oh Perlarosa e' Aristotele che vi manda....forse aiutate da sorella Ayla potreste voi tre insieme..sollevare il nostro amato rettore??

_________________
Tornare in alto Andare in basso
Perlarosa.
Volto Noto
Volto Noto
avatar

Numero di messaggi : 75
Data d'iscrizione : 10.03.15
Località : Regno delle due Sicilie

MessaggioTitolo: Re: La raccolta delle ciliegie selvatiche   Mar Mag 19, 2015 10:14 pm

Uh per l'amore del Cielo,Padre!!
oh, Padre, vi sentite qualcosa di rotto?


Chiedeva mentre cercava alla bell'e meglio di tenergli bassa la veste.

Gli si avvicinò poi, e aspettò che le altre donne accorse l'aiutassero ad issarlo con qualche " oissa, oissa"

Rivolse poi al suo Padre spirituale, al suo professore, al suo mentore un grande sorriso, avrebbe fatto qualsiasi cosa da lui ordinatale.
Tornare in alto Andare in basso
Fenice
Gran Priore
Gran Priore
avatar

Numero di messaggi : 4447
Data d'iscrizione : 26.12.10

MessaggioTitolo: Re: La raccolta delle ciliegie selvatiche   Mar Mag 19, 2015 11:04 pm

Finalmente riscuotendosi anche Madre Fenice dà una mano a cercare di sollevare il cardinalizio peso di Padre Heldor, ma un'ombra di sorriso continua ad aleggiarle sul volto, impossibile da cancellare.

Qua, così, forza... forza... non lasciamolo cadere...

E per poco non cade anche lei lunga distesa di nuovo nel fosso, lanciando un'occhiataccia al confratello Tacuma, che lascia lavorare gli altri...

_________________
Tornare in alto Andare in basso
Padre Heldor
Padre Generale
Padre Generale
avatar

Numero di messaggi : 560
Data d'iscrizione : 14.04.09
Età : 39

MessaggioTitolo: Re: La raccolta delle ciliegie selvatiche   Mer Mag 20, 2015 1:37 am

Senza neanche sapere come o perché si ritrovò ad essere tirato e spintonato su per la riva del fosso "Ma mi avete preso per un pacco?" chiese con tono decisamente divertito "Se solo avessi vent'anni di meno state pure tranquilli che avrei saltato questo fosso a piè pari... Vabbeh, forse con un pochina di rincorsa.." dicendo questo ringraziava mentalmente che l'abito monacale fosse lungo fino ai piedi, non come quello dei cistercensi, solo lungo fino alle caviglie.

Una volta issato su per la riva, sempre con il sorriso sulle labbra e fradicio come un pulcino bagnato, piantò bene i piedi per terra e rivolse lo sguardo verso le ciliegie selvatiche

"Orsù figlioli e figliole, attendiamo che caschino da sole o andiamo a prendere scale e ceste per raccoglierle? I dolci con loro come ripieno ed il ratafià - fece l'occhiolino a Tacuma e a Fenice con sguardo complicemente divertito - ci aspettano appena le avremo raccolte... Anzi!"

Senza aggiungere altro si diresse verso l'albero più vicino con il suo passo malfermo, appoggiandosi al bastone, dicendo solo allora "Quando ero più giovane mi arrampicavo sempre... Vediamo se mi ricordo come si fa?" chiese ai presenti sempre con quello sguardo infantile che aveva prima, nel fosso.

_________________
Firma in revisione
Tornare in alto Andare in basso
tacuma
Dignitario
Dignitario
avatar

Numero di messaggi : 4170
Data d'iscrizione : 13.05.09
Età : 64
Località : roma

MessaggioTitolo: Re: La raccolta delle ciliegie selvatiche   Mer Mag 20, 2015 10:34 am

Io intanto vado ad aprire l'infermeria.
Sono certo che servira'
E scappa verso il monastero.
Tornera' con cesti e scale e qualche altro aiuto spera

_________________
Tornare in alto Andare in basso
Perlarosa.
Volto Noto
Volto Noto
avatar

Numero di messaggi : 75
Data d'iscrizione : 10.03.15
Località : Regno delle due Sicilie

MessaggioTitolo: Re: La raccolta delle ciliegie selvatiche   Mer Mag 20, 2015 6:27 pm

Amato Padre, ma non credete che magari, ecco, si potrebbe, come dire... provarci noi? Non siamo zompettanti come delle cavallette ma possiamo provarci.

Guardando poi dal basso verso l'alta chioma ciuffettata di rosso, cercava di farsi un'idea della fatica, della pericolosità e della quantità di ciliegie da raccogliere per poter fare tutte quelle squisitezze.
Tornare in alto Andare in basso
Ayla
Volto Noto
Volto Noto
avatar

Numero di messaggi : 80
Data d'iscrizione : 16.12.14

MessaggioTitolo: Re: La raccolta delle ciliegie selvatiche   Mer Mag 20, 2015 8:02 pm

E a lei continuava a scappare da ridere....

"ehi!" esclamò con enfasi
"non zompettante come cavalletta sarai tu Maman!"
E nel dirlo prese una pietra dal terreno e il legaccio che aveva nei capelli mentre sorrideva malandrina. Pose quindi il sasso sul dietro della gonna all'altezza della caviglie e lo legò da davanti con il laccio, improvvisando un improbabile paio di calzoni.
Ed è ridendo che si arrampica lesta

"aver frequentato per buona parte della mia vita i nodi alla fine ha anche qualche lato positivo! Voi laggiù volete qualche ciliegia?"
Ma scosse un ramo carico ancor prima che le arrivasse risposta, mentre strizzava l'occhio al Cardinale, che trovava di una simpatia disarmante.
Tornare in alto Andare in basso
Padre Heldor
Padre Generale
Padre Generale
avatar

Numero di messaggi : 560
Data d'iscrizione : 14.04.09
Età : 39

MessaggioTitolo: Re: La raccolta delle ciliegie selvatiche   Mer Mag 20, 2015 11:06 pm

"Fratello Tacuma, ringrazia che non riesco a correrti dietro, sennò un paio di randellate te le saresti anche prese!" rispose divertito a Padre Tacuma che però ormai si dirigeva verso il monastero...

Neanche ebbe il tempo di finire che sentì la risposta di Perlarosa e di Alya, osservando la scalata di questa con espressione stupita "Apperò!" gli scappò di bocca nel vedere quella novizia rampicante e si rivolse a Perlarosa "Ecco cosa mi manca orma, la prontezza di riflessi nelle questioni fisiche! - quindi si rivolse a Alya - "Figliola... Non vorrei dire, ma le ciliegie le vorremmo trasformare noi in marmellata o in liquore, non abbiamo bisogno che le fai schiantare in terra per aiutarci!" il tutto con tono decisamente divertito... Nessuno vedendolo lì, così sorridente e rilassato, avrebbe mai detto che fosse stato un tempo... E forse la cosa lo rincuorava... Aggiunse "Su... Lascia i rami al loro posto e cerca di far cadere solo le ciliegie!"

Quindi si chinò e sollevò la tonaca quel tanto che bastava per mostrare le sue gambette ossute, fino al ginocchio, e per creare un cesto di stoffa improvvisato in cui sperava cadessero la maggior parte dei frutti. E rivolgendosi agli altri presenti li esortò "Oi, figlioli, forza! Non vi cascheranno le ciliegie in bocca anche se state lì a guardar in aria con la bocca aperta! Quindi al lavoro!"

_________________
Firma in revisione
Tornare in alto Andare in basso
lunatyca
Volto Noto
Volto Noto
avatar

Numero di messaggi : 64
Data d'iscrizione : 03.11.14

MessaggioTitolo: Re: La raccolta delle ciliegie selvatiche   Lun Mag 25, 2015 9:12 pm

Lunatyca era chiusa nella sua cella nel dormitorio degli studenti a meditare, quando fu attratta dalle voci provenienti dall'esterno. Vide delle persone vicino al fosso... no! Erano proprio dentro il fosso! Riconobbe la figura di Madre Fenice.
Cercò di capire meglio sporgendosi dalla finestrella e sentì dire che c'era bisogno di ceste e di scale per raccogliere le ciliegie.
Uscì dalla stanza con un po' di fatica.... La porta si era incastrata e non voleva aprirsi! Ma alla fine cedette, e lei corse al magazzino.
Trovò subito alcuni cestini, ne appese due ad un braccio, poi prese una scaletta che stava proprio accanto alle ceste e uscì fuori sorridendo.
La giornata soleggiata la investì con il suo calore, i suoi profumi, il cinguettio degli uccelli, e camminando non potè fare a meno di ringraziare l'Altissimo per la bellezza del creato.
Mentre si avvicinava al gruppetto vide sorella Ayla arrampicarsi agilmente sull'albero e scuotere un ramo carico di frutti.
Affrettò il passo, servivano le ceste!
Eccomi! Arrivo anch'io! Posso aiutarvi? Ho portato due ceste e una scala!

Tornare in alto Andare in basso
Napoleone87
Colonna Portante del Monastero.
Colonna Portante del Monastero.
avatar

Numero di messaggi : 499
Data d'iscrizione : 22.10.10
Località : Regno delle Due Sicilie,Provincia di Terra di Lavoro,Sora, Via del Corso, 6

MessaggioTitolo: Re: La raccolta delle ciliegie selvatiche   Lun Mag 25, 2015 9:44 pm

Di li passava anche Mons. Napoleone con un dito fra le pagine del suo volume di orazioni e passando vicino agli irriducibili raccoglitori di ciliegie si apprestò ad assaggiarne un paio da un cesto...

Quest´anno gli alberi hanno fatto davvero un buon lavoro...e ovviamente non solo loro...

detto questo sorrise e continuò a passeggiare meditando alcuni testi dell ormai famoso Concilio di Maggio


_________________
Tornare in alto Andare in basso
Xylie79
Visitatore
Visitatore


Numero di messaggi : 14
Data d'iscrizione : 15.05.15

MessaggioTitolo: Re: La raccolta delle ciliegie selvatiche   Gio Mag 28, 2015 12:59 pm

Ser Xylie era intento a studiare in biblioteca il libro delle Virtù quando ad un certo punto... basta sono stufo di studiare qui dentro, adesso mi prendo il libro e vado all'aria aperta

detto questo prese e uscì in giardino, mentre camminava incrocio padre Tacuma che diceva vado ad aprire l'infermeria ed esclamò chissà che sarà successo meglio che vado a vedere

il giovane Xylie si mise a correre per raggiungere il luogo dove stava succedendo qualcosa, ad un certo punto da lontano riconobbe madre Fenice vicino a un albero di ciliegio e a fianco a lei una donna e un padre con... si strofinò gl'occhi... ma quello è padre Heldor il cardinale?? Ma che ci fa con la tonaca alzata???

Sì avvicinò a loro e disse meravigliato Buongiorno madre Fenice, buongiorno padre Heldor e buongiorno Lady...? guardò la dama ma non conosceva il suo nome, poi si rivolse al cardinale posso esservi d'aiuto, che state facendo??

detto questo si guardò intorno e vide delle ceste e una scala ahhhhh raccogliamo ciliegie, bene vi do una mano non fece in tempo a pronunciare la parola mano che un mucchio di ciliegie gli caddero in testa, alzò lo sguardo sulla pianta e vide Lady Ayla sulla pianta con la tonaca legata con un laccio e un sasso per cercare di fare un pantalone, si strofinò di nuovo gl'occhi incredulo, prese la scala e la poggiò all'albero lady Ayla scendete non è che quel pantalone sia fatto proprio bene, salgo io sull'albero e voi raccogliete

il giovane ragazzo, posò i libri a terra e salì sull'albero invitando Lady Ayla a scendere
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: La raccolta delle ciliegie selvatiche   

Tornare in alto Andare in basso
 
La raccolta delle ciliegie selvatiche
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 2Vai alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» GEOMETRIA DELLE CARENE
» #17 La notte delle streghe - febbraio 2001
» RACCOLTA DIFFERENZIATA AL PARCO!!!!
» Lista degli orari delle attrazioni per l'alta stagione ESTIVA
» Preparazione delle opere

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Monastero Aristotelico di San Domenico :: Dintorni del Monastero :: Coltivazioni-
Andare verso: