Subforum del Gioco di Ruolo Online Regni Rinascimentali


Non sei connesso Connettiti o registrati

In cerca di cibo

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1 In cerca di cibo il Mer Apr 27, 2016 11:25 pm

Sisto_il_Pellegrino


Visitatore
Visitatore
Si aggira per i corridoi del monastero.
Son più i morsi della fame a guidarlo che la mappa che gli ha dato il monaco.
Si muove lento in quell'ambiente forestiero lasciando una scia umida dietro a sè: colpa degli abiti zuppi.
Il rumore dei suoi passi riecheggia intorno a lui e lo accompagna fino all'interno del refettorio.

Si guarda intorno: non c'è nessuno.
Scioglie il mantello e lo posa insieme alla sacca delle merci. Poi gli si siede di fianco.
Sembra essere l'unico ad aver la pancia che brontola.


Di cosa vivono sti monaci?

Attende. Prima o poi qualcuno dovrà pur arrivare.
E quando gli chiederà per pietà del cibo, ci vorrà un bel coraggio per cacciarlo via.
Nel frattempo riposa un poco le gambe.

2 Re: In cerca di cibo il Gio Apr 28, 2016 1:13 am

Svevo-da-Fornovo

avatar
Frequentatore
Frequentatore
Svevo passava dai corridoi del Monastero quando sentì dei rumori provenire dal refettorio. Decise quindi di addentrarsi in quella sale per vedere chi vi era.
Intravide un uomo che sembrava essersi perso, gli dissd:


Vi siete perso ser?

3 Re: In cerca di cibo il Gio Apr 28, 2016 11:09 pm

Sisto_il_Pellegrino


Visitatore
Visitatore
Passi che annunciano l'arrivo di qualcuno. Un riflesso e il pellegrino stringe le sue poche cose.
Sa bene cosa significhi esser derubato e più è insospettabile il luogo e più è bene tenere tutto sott'occhio.

Un uomo varca la soglia e gli rivolge parola.


Non mi son perso, Messere.
Attendo che arrivi qualcuno con qualcosa per riempir la pancia.
E chiederò, per amore di quel Dio di cui parlano tanto, di darmi del pane da metter sotto i denti.

Voi? Volete sedervi qui a tenermi compagnia?


Gli occhi diffidenti dell'uomo sono fissi su colui che è appena entrato.

4 Re: In cerca di cibo il Ven Apr 29, 2016 10:12 am

Svevo-da-Fornovo

avatar
Frequentatore
Frequentatore
Svevo fece qualche passo avanti, vide un uomo stringersi e farsi sempre più piccolo, non era sua intenzione spaventarlo.
La luce illuminava il pavimento e l'ombra delle sue gambe formava delle lunghe strisce nere. Sentì che l'uomo era lì di proposito e che stava cercando del cibo, non gli sarebbe dispiaciuto mangiare un po'. Disse:


Ah direi che siete nel posto giusto, il refettorio è il luogo adatto per rifocillarsi. Chissà a che ora pranzano questi monaci

Poi sentito l'invito rispose:

Mi accomodo volentieri se permettete. Ho bisogno di sedere.
Siete anche voi qui per studiare?

5 Re: In cerca di cibo il Ven Apr 29, 2016 11:01 pm

Sisto_il_Pellegrino


Visitatore
Visitatore
Lo sguardo del pellegrino si fissa sull'ombra che muove verso di lui, mentre l'uomo a cui appartiene prende posto. Gli fa spazio. Non gli sta particolarmente simpatico; non gli sta nemmeno antipatico a dire il vero.

Spero mangino presto sti monaci. Che ho ancora una cosa da fare qui e vorrei ripartire entro sera. Magari a pancia piena e dopo essermi asciugato davanti a un fuoco.

Il tono sembra un po' scocciato e la postura non certo quella di un nobiluomo: il busto è sporto in avanti e le mani piantate salde sulle ginocchia.

Non son venuto a sfogliar carte messere, che l'unica cosa che mi serve di sapere è il costo delle mie stoffe e come maneggiar ducati. Non credo di aver bisogno di conoscere altro.
Voi invece, siete qui per studiare?

6 Re: In cerca di cibo il Sab Apr 30, 2016 8:08 pm

Svevo-da-Fornovo

avatar
Frequentatore
Frequentatore
Svevo si sentiva spaesate credeva che quello fosse un luogo di preghiera e tranquillità, mercanti?? Non si aspettava una simile compagnia

Si a dire il vero si, pensavo che tutti lo fossero - disse Svevo serenamente

Fece poi una pausa e presto continuò

Se non viene nessuno potete sempre andare a cercare qualche monaco
Ah io sono Svevo, piacere


Disse ciò per presentarvi, non sapeva chi fosse l'uomo di fronte a lui. Di egli conosceva solo la professione e la sua vantata conoscenza in campo tessile. Restava diffidente in attesa di capire se il suo interlocutore aveva buone intenzioni

7 Re: In cerca di cibo il Sab Apr 30, 2016 10:31 pm

Sisto_il_Pellegrino


Visitatore
Visitatore
Non tutti a quanto pare son qui a sfogliar carte. Io son di passaggio.
Se non vendo non mangio e questi monaci non sembrano i migliori clienti con cui fare affari.


Lo guarda con una certa ironia negli occhi.

A dire il vero conosco pretoni ricchi sfondati a cui piace togliersi sfizi costosi, ma questi pare abbiano una vita semplice. Non credo apprezzino le mie stoffe.

E ad ogni modo son qui per altro.


Conclude secco. Cambia posizione e discorso.

Non voglio andare a rompere le scatole a nessuno. Anche perchè come dicevate poco fa, se voglio mangiare il posto giusto è questo. Arriverà qualcuno, prima o poi.
E intanto io lascio riposare le mie quattro ossa qui al caldo.

8 Re: In cerca di cibo il Mer Mag 04, 2016 12:57 am

Fenice

avatar
Gran Priore
Gran Priore
Silenziosa, Madre Fenice apre la porta ed entra sorridente, fermandosi davanti ai due.
Se anche ha sentito, non lo dà a vedere, e con un rapido segno di benedizione, dice


Benvenuti a San Domenico... se avete fame e sete, verrete sfamati, e se avete bisogno di riposare, troverete nelle celle un luogo semplice ma accogliente. Se avete freddo, vi farò portare un braciere.
Ditemi, come posso aiutarvi?


E intanto, mentre parla, apre con una piccola chiave la dispensa e ne trae una pagnotta, una fetta di formaggio, delle pere.


_________________

9 Re: In cerca di cibo il Mer Mag 04, 2016 10:45 pm

Sisto_il_Pellegrino


Visitatore
Visitatore
Una donna varca la soglia e il pellegrino si mette composto.
Gli basta uno sguardo per capire che è una monaca.

La ascolta e subito dopo replica accompagnandosi con ampi gesti delle mani:

Santa donna, si direbbe che è Iddio stesso a mandarvi in mio soccorso!

Il tono questa volta è cerimonioso perchè ha ben capito che colei che gli sta davanti potrebbe essergli utile sia per riempir la pancia che per la missione che deve portare a termine.
E come suole ripetere il pellegrino, si prendono più mosche con una goccia di miele che con un barile d'aceto.


Madonna, questo povero uomo -parla di se stesso e per spiegarsi meglio si porta una mano sul petto-
ha fame e ha bisogno di un fuoco davanti al quale asciugarsi.

10 Re: In cerca di cibo il Ven Mag 06, 2016 12:23 am

Fenice

avatar
Gran Priore
Gran Priore
Bene, intanto ci occupiamo subito della fame risponde Madre Fenice. Pane e formaggio, e pere mature al punto giusto. Stanco come siete, un bicchiere di vino e non di più, poiché potrebbe nuocervi... E intanto faccio preparare un alloggio riscaldato per voi. Sono Madre Fenice, Priore di San Domenico.

Apparecchia con un telo di lino bianco e dispone il cibo, il bicchiere, il piato. Poi con un gesto invita 'uomo ad accomodarsi, mentre va a tirare una striscia di stoffa appena al soffitto, che fa risuonare nei corridoi una campanella.
Sembra non cogliere la sottile venatura burbera nella voce e nelle parole dell'uomo. Sorride tranquilla e si muove con la semplice sicurezza di chi è a casa propria, una casa aperta che non ha da temere nemici.


_________________

11 Re: In cerca di cibo il Ven Mag 06, 2016 11:43 pm

Sisto_il_Pellegrino


Visitatore
Visitatore
Un forte odore di formaggio si sparge per il refettorio e si direbbe che il pellegrino riacquisti vigore ancor prima di mangiarlo.

Quanto ben di Dio!

Non curandosi di sembrar composto ed educato inizia a mangiare.
Poi quando è sazio porta la mano davanti alla bocca e con il dorso se la asciuga.
Trattiene un rutto poichè diversamente dalle osterie qui non crede gradiscano certe finezze.  

Infine toglie dalla sacca un foglio ripiegato su se stesso e chiuso con un sigillo di colore rosso.
Lo lancia sul tavolo con poca cura.


Madonna, questo è per voi.
Son giunto fin qui apposta per portarvelo.


Il messaggio è il seguente:


Madre Carissima,

chi vi scrive è la più disgraziata delle vostre figlie nello spirito.
E' con vergogna che vi faccio avere questa mia e non ritenendomi degna di consegnarvela personalmente, affido le mie parole nelle mani di un mercante che spesso viaggia nelle zone del Monastero.

Vi sarete chiesta nuovamente che fine io abbia fatto...
Dopo essermi presentata per breve tempo a San Domenico, ho fatto ritorno a Como.
Ma vi son rimasta per poco e presto mi sono ritirata.

E' solo da qualche giorno che ho ripreso la vita in città.
Scrivo a voi, prima che a chiunque altro perchè ho bisogno di chiarire le mie idee e voi siete sempre stata una guida per me e la madre che non mai ho avuto.

A causa della mia colpevole assenza ho perso ogni carica e son stata sostituita alla guida spirituale della città. L'Altissimo, nella sua infinita saggezza, ha mandato nuovi pastori per il suo gregge. E io ora desidero cercare nuovi modi per mettermi ancora al suo servizio. Chiedo aiuto a voi.

Sappiate che non mi sento degna di far ritorno al Monastero e che temo di deludervi ancora. Ma nonostante questo penso sempre a tutti voi come alla mia unica famiglia. Vi ricordo tutti con affetto, in particolare Padre Tacuma. E prego sempre Iddio affinché non faccia mancare i novizi, energia vitale per il nostro ordine.

Attendo con fiducia una vostra risposta e mi affido a voi nella speranza che, proprio come fanno le madri, vogliate tornare a prendervi cura di questa vostra figlia perchè possa tornare sulla retta via.


Umilmente
Arianna

Contenuto sponsorizzato


Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum