Monastero Aristotelico di San Domenico

Subforum del Gioco di Ruolo Online Regni Rinascimentali
 
IndiceIndice  CalendarioCalendario  FAQFAQ  CercaCerca  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  RegistratiRegistrati  Accedi  

Condividere | 
 

 Passeggiata con Bonaventura

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Philipdikingsbridge
Dignitario
Dignitario
avatar

Numero di messaggi : 1221
Data d'iscrizione : 03.06.09
Età : 30
Località : L'Aquila

MessaggioTitolo: Passeggiata con Bonaventura   Ven Giu 24, 2011 1:22 pm

Il monaco vista la bella giornata aveva proposto al nuovo ospite del monastero di fare una passeggiata oltre le mura del monastero per parlare delle sue intenzioni.
Stava passeggiando su un piccolo sentiero realizzato dai monaci e circondato dalla rigogliosa flora che in quel periodo dell'anno esprimeva il massimo del suo splendore.



Quando si fermò ad osservare uno scoiattolo che sgranocchiava delle ghiande su di un ramo esordì:

"Vi ho condotto qui perchè essere abbracciati dal creato eleva sempre ad un livello superiore di contatto con il nostro Creatore e visto che noi siamo parte di esso per suggellare questa comunione è opportuno ogni tanto ricordarsi di tuffarsi in esso.

Siete felice di esser qui figliuolo?"


Lo fisso sorridente appoggiando la schiena sulla staccionata.

_________________
Tornare in alto Andare in basso
http://virgus87.altervista.org/
Bonaventura di Montemaria
Frequentatore
Frequentatore
avatar

Numero di messaggi : 27
Data d'iscrizione : 22.06.11

MessaggioTitolo: Re: Passeggiata con Bonaventura   Ven Giu 24, 2011 6:34 pm

Bonaventura accettò volentieri l'invito di Sua Eccellenza. Lui amava molto la natura e mai disdegnava una passeggiata per i boschi, soprattutto se con una persona di buona compagnia come l'Arcivescovo. Come poteva non essere felice in quel luogo? Infatti, alla domanda dell'Arcivescovo che gli chiedeva se fosse felice rispose così: "Come non potrei essere felice qui, Eccellenza? Io amo la natura. In essa posso cogliere la grandezza del Signore e rispettarlo quindi per questo. Son felicissimo di stare qui."
Tornare in alto Andare in basso
Philipdikingsbridge
Dignitario
Dignitario
avatar

Numero di messaggi : 1221
Data d'iscrizione : 03.06.09
Età : 30
Località : L'Aquila

MessaggioTitolo: Re: Passeggiata con Bonaventura   Ven Giu 24, 2011 8:02 pm

Sorrise il monaco mentre riprese a camminare. Fissava di tanto in tanto le fronde degli alberi prima di riconcentrarsi sul suo interlocutore:

"Sono contento che sentiamo la stessa partecipazione con l'Altissimo, figluolo! Ditemi, cosa pensate di Dio? Avete veramente dentro di voi il desiderio di salvare la vostra anima e abbracciare il vostro creatore e padre?
Sapete è proprio guardandosi dentro che si capisce quanto si ha voglia di diventare fedeli aristotelici. Il battesimo è un passo importante ed un'indelebile promessa. Sappiate essere onesto con voi stesso!"


Lo invitò poi a seguirlo tra le fresche frasche.

_________________
Tornare in alto Andare in basso
http://virgus87.altervista.org/
Bonaventura di Montemaria
Frequentatore
Frequentatore
avatar

Numero di messaggi : 27
Data d'iscrizione : 22.06.11

MessaggioTitolo: Re: Passeggiata con Bonaventura   Sab Giu 25, 2011 12:11 am

Bonaventura comprese il significato delle parole dell'ecclesiastico, e quindi, guardando il cielo e sottolineando alcune parole coi gesti della mano, disse all'Arcivescovo:
"Non c'è desiderio maggiore, adesso, nel mio cuore, se non quello di salvare la mia anima attraverso l'unica vera fede. Conosco gia un po' gli insegnamenti aristotelici, so che Christos non è un mago, e che non ha fatto magie ma il Signore ha operato dove lui era. So della vita di Aristotele... Ma questi sono solo insegnamenti. Prima di tutto ciò viene la mia disposizione interiore a salvare l'anima e ad essere obbediente nei confronti della Chiesa, anche quando ciò può darmi dispiacere. Cosa penso di Dio? Anzitutto penso che sia ragionevole sostenere che la divintà sia onnipotente, ne sono convinto, Dio può tutto su questa terra, Lui la creata, Lui sa come funziona, Lui sa come modificare il corso degli eventi. Poi penso che sia il giudice supremo, che ha dato autorità a tutti coloro che sono in terra e che dinanzi a Lui, grazie alle scelte fatte in terra, verremo giudicati degni di stare in paradiso o all'inferno. Molto semplicemente è tutto questo. - voltandosi verso l'Arcivescovo disse - Se volete possiamo approfondire uno di questi argomenti. Ci sarebbero fiumi di inchiostro da versare su ognuno di essi, a mio avviso."
Tornare in alto Andare in basso
Philipdikingsbridge
Dignitario
Dignitario
avatar

Numero di messaggi : 1221
Data d'iscrizione : 03.06.09
Età : 30
Località : L'Aquila

MessaggioTitolo: Re: Passeggiata con Bonaventura   Dom Giu 26, 2011 9:35 pm

Sorrise ancora il monaco alle parole esaustive e molto sagge che stava ascoltando:

"siete un bravo oratore e si vede che avete già dato una prima lettura ai libri delle virtù. Me ne compiaccio molto. Ditemi figliuolo, cosa pensate invece del sacramento del battesimo?

Venite sediamoci su questo tronco in riva a questo piccolo torrente, ho bisogno di rinfrescarmi. La calura si fa sentire anche qui coperti dalle chiome imponenti degli alberi!"

_________________
Tornare in alto Andare in basso
http://virgus87.altervista.org/
Bonaventura di Montemaria
Frequentatore
Frequentatore
avatar

Numero di messaggi : 27
Data d'iscrizione : 22.06.11

MessaggioTitolo: Re: Passeggiata con Bonaventura   Gio Giu 30, 2011 9:32 pm

Bonaventura, previo permesso, si sciacquò il viso al vicino ruscello, dato il caldo insopportabile, e quindi sedette accanto all'Arcivescovo, sul tronco in riva al ruscello, quindi rispose alla domanda postagli.
"Del battesimo invece, Eccellenza, penso che essa serva ad entrare a far parte della comunità dei credenti. Attraverso il battesimo si entra a far parte della grande famiglia della Chiesa. Oggettivamente è un rito di iniziazione, così come nelle religione antiche ce ne erano dei più svariati, e tutt'oggi associabile (ma non per questo allo stesso livello) ai riti di iniziazione druidisti, averroisti, spinozisti ecc. Il "di più" rispetto alle altre religioni è che con il battesimo il fedele non è più soltanto fedele, ma figlio adottivo della Chiesa e del Padre, nonchè fratello di ogni altro fedele."
Tornare in alto Andare in basso
Philipdikingsbridge
Dignitario
Dignitario
avatar

Numero di messaggi : 1221
Data d'iscrizione : 03.06.09
Età : 30
Località : L'Aquila

MessaggioTitolo: Re: Passeggiata con Bonaventura   Ven Lug 01, 2011 2:21 pm

Sorrise alle parole del suo interlocutore e disse senza preoccupazione:

"Mio caro, vi correggo perchè non avete ancora in voi le conoscenze adatte per far questo tipo di paragoni, ma mi compiaccio di ciò che comunque avete detto. Del resto siamo qui per discutere e capire cosa è veramente questo passaggio fondamentale nella vita di un uomo.
Gli averroisti come gli spinozisti, che Dio li perdoni per il loro sbaglio, non si battezzano perchè i primi non hanno proprio un sacramento credendo che essi debbano essere solo succubi del loro Dio vendicatore, i secondi essendo parte della Natura e dell'immanente, sbagliando, fanno solo un riconoscimento.
E' invece proprio l'Aristotelismo la Vera Fede, e ci tengo a sottolinearlo, che grazie al battesimo dona di diritto all'anima del catecumeno la possibilità di accedere alla salvezza e al Paradiso.
Certo, nei libri delle virtù si dice che anche un non battezzato potrebbe accedere al Paradiso ma solo se fosse senza peccato e realmente puro. Ma, sarebbe peccaminoso ed superbo pensare che esista un uomo non battezzato che non abbia mai peccato in vita sua.
Detto questo quindi vi rinnovo la proposta che vi feci tempo fa quando vi conobbi in taverna:

vorreste voi entrare nel grande popolo dei figli dell'Altissimo?"

_________________
Tornare in alto Andare in basso
http://virgus87.altervista.org/
Bonaventura di Montemaria
Frequentatore
Frequentatore
avatar

Numero di messaggi : 27
Data d'iscrizione : 22.06.11

MessaggioTitolo: Re: Passeggiata con Bonaventura   Sab Lug 02, 2011 11:37 pm

Un sorriso apparve sul volto di Bonaventura.
"La ringrazio, Eccellenza, per la richiesta che lei ha fatto a me, e le dico che la mia risposta è... Si. Mi affido a lei per organizzare il rito del battesimo, solo che c'è un problema riguardo al padrino... Ecco... forse oso troppo visto il mio bassissimo rango, ma... desidero che il padrino sia lei."
Tornare in alto Andare in basso
Philipdikingsbridge
Dignitario
Dignitario
avatar

Numero di messaggi : 1221
Data d'iscrizione : 03.06.09
Età : 30
Località : L'Aquila

MessaggioTitolo: Re: Passeggiata con Bonaventura   Dom Lug 03, 2011 5:33 pm

Posò la mano sulla spalla dell'uomo e sorridendo disse:

"Sono molto lieto di questa vostra scelta caro figliuolo e al più presto verrete sicuramente battezzato da un mio fratello. Sarà per me un vero piacere potervi essere padrino.
Chissà magari la nostra amicizia che quivi sta nascendo potrà diventare anche collaborazione se in futuro vorrete entrare nella santa chiesa aristotelica.

Ora torniamo al monastero sta facendo buio e io dovrò informarmi su quando poter fare la vostra cerimonia"


E detto questo incominciò a camminare con Bonaventura sulla strada del ritorno.

_________________
Tornare in alto Andare in basso
http://virgus87.altervista.org/
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Passeggiata con Bonaventura   

Tornare in alto Andare in basso
 
Passeggiata con Bonaventura
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Battesimo di Bonaventura di Montemaria
» Passeggiata pomeridiana
» Passeggiata nel bosco per riflettere.
» il serpente e la sfinge-Wendy Bonaventura
» TITANIC 1:144 di BILLING BOATS

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Monastero Aristotelico di San Domenico :: Dintorni del Monastero :: Boschi-
Andare verso: