Subforum del Gioco di Ruolo Online Regni Rinascimentali


Non sei connesso Connettiti o registrati

Santa messa e ordinazione di Aryale - 24 febbraio A.D. 1461

Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 3 di 3]

tacuma

avatar
Dignitario
Dignitario
La comunione era conclusa ed ora iniziava la parte stupenda dell'ordinazione.
Il silenzio era tangibile nella piccola cappella.
Ogni sospiro era quasi fermo, persino le luci tremule dei ceri sembravano immobili.
Mai attesa fu mistica e meravigliosa


_________________

Fenice

avatar
Gran Priore
Gran Priore
Nel silenzio che era sceso all'improvviso, Madre Fenice raggiunse lentamente il centro del presbiterio, e ad ogni passo sentiva crescere l'emozione e la gioia.

Era il momento... si voltò a guardare Aryale e le fece un cenno ed un piccolo sorriso per farle capire che la celebrazione dell'ordinazione poteva iniziare.
Le sembrava così giovane... e mentre lo pensava si rimproverò per averlo pensato, poiché l'Altissimo l'aveva chiamata e scelta in infinita Saggezza e Onniscienza...
Chinò il capo umilmente e ringraziò per aver avuto la gioia immeritata di ordinare sacerdote la piccola e forte Aryale.


_________________

Aryale

avatar
Dignitario
Dignitario
Vide il cenno di Madre Fenice, il suo sorriso e comprese che il momento era giunto. Aveva assistito molte volte alla cerimonia di ordinazione e sempre aveva osservato quei cenni di intesa che nella formalità del rito erano il segno di una partecipazione intima e personale.

Arianna si sentiva pervasa da un insieme di emozioni che difficilmente l'uomo con la facoltà del linguaggio sarebbe in grado di descrivere. Si alzò quindi ed iniziò a percorrere i pochi passi che la separavano dal presbiterio: le sembrarono eterni.

Giunta dinnanzi a Madre Fenice si inchinò.


Monsignora Fenice, Gran Priore dell'Ordine Domenicano, sono qui, supplice, a richiedere d'essere ammessa nella Santa Chiesa Aristotelica per servire il Dio con tutta me stessa

La voce tremava tradendo il vorticare di sensazioni che le si agitavano nel cuore.

Fenice

avatar
Gran Priore
Gran Priore
Con voce lievemente tremante, che si andava rinfrancando ad ogni parola, Madre Fenice pronunciò la formula di rito

Gioite, voi che siete qui riuniti in questo momento di gioia che segna l'ingresso di Aryale nella Santa Chiesa Aristotelica Romana e Universale. Da oggi la Chiesa avrà un nuovo ministro per diffondere la sacra parola.

Si avvicinò poi al leggio sul quale era appoggiato il Libro delle Virtù e aprì la pagina dove era infilato il primo dei due segnalibri per l'occasione.Aprì la pagina e lesse con voce chiara

"I fedeli del Dio, quelli che hanno appreso l'insegnamento d'Aristotele e che vogliono seguire il cammino che per voi io traccio, dovranno formare una comunità di vita. Questa comunità troverà il suo senso, e permetterà a ciascuno di vivere nella virtù, solo se sarà unita nell'amicizia reciproca che ciascuno dei suoi membri dovrà dimostrare nei confronti degli altri. Per guidarvi, io sarò il padre di questa comunità, ne stabilirò i principi e i miei successori faranno lo stesso dopo di me.” Parola del Secondo Profeta.

Sfilò poi il secondo segnalibro e lesse

"Volete unirvi a me? In questo caso avrete molto amore nel vostro cuore e mi seguirete, dandomi un po' del vostro tempo al meglio che potrete. D'altra parte, se sceglierete di dedicarvi a guidare gli altri lungo la via della Chiesa, è necessario che siate pronti a dedicarle tutte le priorità. Allora prendete distanza dai beni, dal lavoro, dagli attrezzi, dite addio alla vostra famiglia... preferite la semplicità e l'istruzione rispetto ai ricchi ornamenti e ai bellissimi gioielli. Poiché il nostro compito ci richiederà il sacrificio del bene personale per il bene collettivo, ma, in cambio, sarete accolti in santità tra i figli di Dio." Parola del Secondo Profeta.

Terminata la lettura dei due brani, Madre Fenice alzò gli occhi e guardando l'assemblea e Aryale disse sorridendo

In questi brani, Christos ci parla della nascita della Chiesa e del significato della missione del sacerdote. Due sono le frasi che mi hanno sempre commossa... la prima è la domanda, semplice, umile... volete unirvi a me? Christos lo chiede, non lo impone... e l'altra frase è alla fine: poiché il nostro compito ci richiederà il sacrificio del bene personale per il bene collettivo. Il sacerdote non ha più un bene personale, ma fa proprio quello degli altri, dei fratelli del quale diventa pastore, guida, sostegno, aiuto. Questo è il bene più grande... ciò che ci viene donato quando diventiamo sacerdoti.


_________________

Aryale

avatar
Dignitario
Dignitario
Amen.

Disse con voce chiara e sonante dopo le letture. E restò ad ascoltare il commento di Madre Fenice. Le parole della religiosa la facevano tremare. Sorrise pensando che colei che le era madre nello spirito, colei cui aveva affidato le sue confidenze e che l'aveva seguita nel cammino che aveva portato a quella scelta, ora continuava a guidarla con quelle letture. Ringraziò l'Altissimo nel suo cuore per la cura che era stata posta nella preparazione della cerimonia, per la partecipazione dei presenti, perché stava ricevendo il dono di poter servire in modo particolare Dio stesso e le sue creature.

tacuma

avatar
Dignitario
Dignitario
Amen
Rispose oddervando Aryale


_________________

Fenice

avatar
Gran Priore
Gran Priore
Madre Fenice aggiunse sottovoce il proprio Amen e proseguì

Ora, sorella Aryale, se vuoi tu entrare a far parte della Santa Chiesa, unica guida dell'umanità in questo mondo sublunare, come intendi dimostrare il tuo amore verso di lei?

Era il momento dei voti... le promesse solenni del nuovo sacerdote.


_________________

Aryale

avatar
Dignitario
Dignitario
Ora doveva pronunciare i Sacri Voti, quelli con cui si consegnava nelle mani dell'Onnipotente. Li aveva studiati e ripetuti a memoria fino ad interiorizzarli ed era finalmente arrivato il momento di recitarli solennemente.

Io faccio voto, con tutto il mio cuore e la mia anima, dinnanzi all'Onnipotente, all'Assemblea dei Santi, alla Comunità dei Fedeli, di non non portare armi da combattimento, allo scopo di offendere con violenza i miei fratelli, per essere testimone di pace e di amicizia nella società umana.

Aryale

avatar
Dignitario
Dignitario
Si fermò un poco e prese fiato. L'emozione le spezzava il respiro nel ventre.
Chiuse gli occhi e dopo un respiro più profondo degli altri continuò.


Io faccio voto, con tutto il mio cuore e la mia anima, dinnanzi all'Onnipotente, all'Assemblea dei Santi, alla Comunità dei Fedeli, di aderire con ogni mio atto, parola e pensiero ai precetti del Dogma Aristotelico e del Diritto Canonico, sotto la guida del mio Vescovo, della Curia e del Papa. Di obbedire fedelmente ai padri della Chiesa Aristotelica che mi sono superiori secondo il diritto canonico.

Aryale

avatar
Dignitario
Dignitario
La concentrazione e la sua emozione crescevano di promessa in promessa. Era consapevole del passo che stava compiendo e i suoi voti erano pronunciati con zelo e letizia.

Io faccio voto, con tutto il mio cuore e la mia anima, dinnanzi all'Onnipotente, all'Assemblea dei Santi, alla Comunità dei Fedeli, a seguire una condotta di vita esemplare, disprezzando i beni temporali a vantaggio di quelli spirituali, accrescendo, con lo studio e la preghiera, la mia fede in Aristotele e nel Secondo Profeta, per essere un modello e una guida verso coloro che mi verranno affidati.

Aryale

avatar
Dignitario
Dignitario
Ogni piccola sensazione era ora esasperata e in quel momento le sembrò che la celebrazione giungesse al culmine. La promessa che si accingeva a pronunciare l'aveva letta, studiata e meditata nel silenzio della sua cella. Era arrivata così ad amarla, a sentirla sua, a desiderare di recitarla e di tenerle fede per tutta la sua esistenza.

Io faccio voto, con tutto il mio cuore e la mia anima, dinnanzi all'Onnipotente, all'Assemblea dei Santi, alla Comunità dei Fedeli, di donarmi interamente alla Chiesa Aristotelica. Nè famiglia, partito o fazione avranno più peso nella mia vita. Io oggi cesso d'essere donna e, senza più volto, nome e bene che mi sia proprio, divengo la Chiesa. Faccio voto di rispettare sopra tutto il Celibato che ivi è prescritto. La mia famiglia ora è la Chiesa, i fedeli sono i miei Figli, i miei pari sono i miei Fratelli, i miei superiori i miei Padri.

Fenice

avatar
Gran Priore
Gran Priore
Aryale aveva pronunciato i quattro voti solenni, e nel crescendo della sua voce Madre Fenice aveva percepito crescente e ferma decisione. Le parole pesavano come pietre e facevano tremare il cuore... la risposta suonò altrettanto solenne

Siano questi tuoi quattro voti i tuoi voti scolpiti nel tuo cuore; immagine dei quattro elementi che hanno forgiato le terra, essi ti renderanno una donna nuova e più degna. Fino a quando li rispetterai la tua vita apparterrà a Dio. Sciagura incolga chi tenti di deviarti dai tuoi propositi. Io ti giudico degna di essere ammessa nella Santa Chiesa Aristotelica.

Madre Fenice si avvicinò ad Aryale ancora in ginocchio e impose entrambe le mani sul suo capo.

Che l'Altissimo protegga questa donna dagli impuri e ne faccia uno dei suoi fedeli!

Che il santissimo Aristotele ispiri le virtù nei suoi pensieri.

Che il Nostro creatore la benedica, affinché sia scelta al servizio della diffusione della Sua parola!

Che il santissimo Secondo Profeta ispiri la pace nel suo cuore e la guidi come ha guidato gli Apostoli.

Che questa donna divenga la guida dei credenti verso la pace, l'amore ed il Paradiso Solare.

Per il Secondo Profeta che consacrò gli Apostoli e per il potere che ci ha tramandato di perpetuare questo gesto, io Fenice, ti elevo alla dignità Sacerdotale affinché tu sia la portatrice della Vera Fede nella Comunità dei Fedeli.

Arianna Leuviah Casanova detta Aryale, sei consacrata sacerdote per la gloria del Creatore e della sua Chiesa terrena.

D'ora in avanti qualunque atto blasfemo fatto contro di te sarà una ingiuria verso l'Altissimo stesso.
Amen.


Commossa e piena di gioia, Madre Fenice rialzò Aryale e l'abbracciò forte.


_________________

tacuma

avatar
Dignitario
Dignitario
Ed ora potete gioire tutti!!
L'Onnipotente ci ha donato un nuovo servitore e noi tutti siamo consapevoli dell'importanza di questo giorno.

Arianna e' cresciuta anche tra queste mura ed e' qui che ha imparato quanto grande sia l'amore del Signore verso le sue creatura, ed e' qui che un giorno e' riuscita a vedere il sentiero che per lei era stato tracciato.

E con la gioia nel cuore invochiamo ora il Signore perche' benedica questo giorno,
perche' benedica questa assemblea di Aristotelici stretti intorno alla nostra Aryale.


Congiunse le mani e a capo chino continuo'

Benedici o Signore questi tuoi umili servitori,
benedici i nostri pensieri e i nostri cuori,
Benedici il nostro cammino verso di te.
Benedici e prendi per mano questo nuovo sacerdote
affinche' possa nel futuro esser faro per coloro ne avranno bisogno.

Amen


Disgiunse le mani ed alzo' il capo.
Mai il suo volto fu cosi' luminoso.


_________________

Lidiafragola


Visitatore
Visitatore
E le lacrime uscirono senza che Lidiafragola potesse fare nulla se non trattenere un'imprecazione per la poca tempra dimostrata e asciugarsi il naso con un fazzoletto.

Doron

avatar
Fanatico di San Domenico
Fanatico di San Domenico
Amen!

Disse a gran voce, seppur senza gridare, il giovane oblato.

"Gioiamo, veramente gioiamo di vero cuore tutti noi! Congratulazioni Arianna!!"

Continuò nel medesimo tono... era così grande la gioia di questo evento che vedeva riportare nel Santo Monastero Domenicano una sana e ritrovata fervente attività... una delle attività che più di ogni altra rende lieti gli uomini... quella spirituale, che nutre l'animo più di quanto possa fare il pane con il corpo. Aveva goduto ogni attimo di quella lietissima cerimonia, e nelle sue parole sembrò concentrarsi tutta la tensione dell'attesa. Talmente radiosa fu quella giornata per lui che più non trovo parole per esprimere il proprio gaudio... e tacque, guardando sorridendo le vivaci manifestazioni di gioia degli altri presenti.


_________________

Ello

avatar
Dignitario
Dignitario
Amen! - Esclamò Padre Ello

Arianna era circondata da tante persone era difficile avvicinarvisi. Raccolse così la sua roba e uscì

Aryale

avatar
Dignitario
Dignitario
Amen

Disse Arianna con un sorriso radioso. Era l'inizio di una nuova esperienza che l'avrebbe accompagnata per tutta la vita. Rese lode all'Altissimo in cuor suo e chiese il dono di conservare per sempre l'entusiasmo provato.

Poi abbracciò uno ad uno i presenti iniziando dai tre celebranti riuniti attorno all'altare. Sorrise ai confratelli e ringraziò coloro che aveva invitato: Vecchio Padrino, Elisabeth, Macroba, Erik, Dreean, Ginevre, la nonna, Anniie, Lidia, Signor Tu.

L'affetto e la vicinanza che tutti le avevano dimostrato erano uno degli elementi che avevano contribuito a rendere unico quel giorno.

Lidiafragola


Visitatore
Visitatore
Abbracciata la piccola Aryale, fingendo l'assoluta indifferenza e soprattutto di non aver pianto alcuna lacrima, Lidiafragola uscì fuori dalla chiesa per tentare di ricominciare a respirare normalmente.
Mi fossi portata dietro Stortino! Almeno avrei qualcuno da torturare! O con cui piangere!!

ginevre..

avatar
Visitatore
Visitatore
Ginevre era evidentemente emozionata, la strinse forte a se dicendo

Congratulazioni cara amica

Attle

avatar
Irriducibile di San Domenico
Irriducibile di San Domenico
Amen - disse Teodoro in conclusione della celebrazione.
Poi si recò presso Aryale, già circondata dai presenti, per porle i suoi auguri più calorosi per il nuovo percorso di vita intrapreso.

Terge


Frequentatore
Frequentatore
Si alzò quindi e si avvicinò alla figlia sorridendole. Era fiero di lei e lo si leggeva in volto. Tranquillo l'abbracciò e le sussurrò all'orecchio in modo che altri non potessero sentire "hai raggiunto una tappa del tuo cammino, ora inizia il nuovo percorso della tua vita. Vivi come sempre hai fatto, insegui i tuoi desideri e vedrai che arriverai a Servire il Signore nel migliore dei modi. Eri destinata a questo momento"

Raik

avatar
Irriducibile di San Domenico
Irriducibile di San Domenico
Fratello Raik aveva assistito alla cerimonia in disparte.

Unendosi alla preghiera esclamò alla fine della celebrazione:
Amen.

Enea_

avatar
Irriducibile di San Domenico
Irriducibile di San Domenico
Vedere una delle poche alle quali il frate aveva insegnato l'arte dell'insegnamento, riempiva di gioia Enea..


_________________
Enea Alessandro de' Montemayor Borgia

Contenuto sponsorizzato


Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 3 di 3]

Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum